src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">

Sono giorni buoi per il futuro del pilota tedesco

Dopo l’annuncio da parte di Renault di voler acquistare Ocon per la sua scuderia, Nico Hülkenberg è rimasto senza sedile per la stagione 2020 e per lui si stanno chiudendo tutte le porte.

La prima è stata la Haas che ha confermato entrambi i suoi piloti. Steiner, ha infatti anche oggi dichiarato ai microfoni di sky che per il momento la scelta migliore per il team è continuare a lavorare sulla macchina con gli attuali piloti.

Hülkenberg ha dichiarato:

“Non sono deluso per il discorso Haas, non siamo andati avanti con nessun contratto perché non eravamo d’accordo e non ci siamo più visti. Sicuramente era un’opzione e abbiamo parlato, non è un segreto. Ci siamo incontrati, ma non se n’è fatto nulla”.

Anche se, dopo l’annuncio di questa mattina dell’abbandono di Kubica si è liberato un posto, la Williams sembra voler protendere verso un pilota che attiri sponsor dalla sua. La scuderia al momento non sembra neanche in grado di conquistare grandi risultati, con Hülkenberg o meno e quindi tanto vale puntare agli sponsor.

Ora è arrivata anche la dichiarazione da parte di Red Bull e Toro Rosso tramite la bocca di Christian Horner che chiude a Hülkenberg.

“Nico non fa parte della nostra lista. E’ un grande pilota e sarebbe un peccato se non dovesse proseguire in Formula 1 la prossima stagione. E’ un pilota molto professionale che non è riuscito ad esprimere il proprio potenziale in F1. Spero davvero che riesca a trovare un sedile perché è di gran lunga migliore di altri piloti presenti in griglia”

Hülkenberg:

“Sicuramente alla Red Bull non si può dire di no, assolutamente! Sarebbe però una grande sfida perché loro hanno Max che è velocissimo e un killer al volante!”

La Alfa poteva liberare uno dei sui sedili per il tedesco, ma sembra non voler rinunciare a Räikkönen (sarebbe un peccato buttare un pilota così dopo appena un anno). Lo stesso vale per Giovinazzi arrivato anch’egli quest’anno. Il team ha infatti già espresso il volere di continuare a far crescere Giovinazzi nella sua scuderia.

Vasseur, ha dichiarato:

“Siamo concentrati su Antonio. Ha vissuto un momento negativo a Spa, ma si è subito ripreso a Monza. Vogliamo aiutarlo a crescere e migliorare. Sta facendo un buon lavoro progredendo passo dopo passo. Tutti sono sotto pressione nel paddock, non solo i piloti. La F1 è un mondo di pressione, ma tutti noi meritiamo di stare qua. Antonio ha la velocità ed è sugli stessi ritmi di Kimi in qualifica. L’unica cosa che vogliamo è conquistare più punti!”   

La dichiarazione di Hülkenberg:

“Con Vasseur ci conosciamo da anni, è quello che mi ha portato in Renault e con cui ho finalizzato il mio contratto qui. Immagino sia un fattore positivo. Per quanto voglia continuare in Formula 1, tutto deve avere un senso e bisogna trovare il posto ragionevolmente più adeguato con l’accordo giusto. Non ho certo intenzione di accettare qualsiasi cosa pur di restare qui, non sono così disperato. Non voglio mancare di rispetto alla Williams, il mio è un discorso generale, l’ho fatto anche con Haas. Credo sia la cosa più importante”

Infine, il pilota tedesco si è così espresso sul suo futuro in F1:

“Sinceramente al momento non ho preso in considerazione altre opzioni, forse è più un interesse delle persone che fanno parte di altre serie. La mia testa è ancora sulla Formula 1, poi se le cose non dovessero andare per il verso giusto o non ci fossero le possibilità di proseguire, allora guarderò altrove, ma non ora”.

Di Francesco Gatta

Nato a Napoli nel 1993, da sempre sono un appassionato di sport. Dall'atletica, con le Olimpiadi, fino ai motori. Ho iniziato a scrivere articoli sportivi nel Luglio 2019 occupandomi di Rugby e F1. Tra le infinite passioni che ho (troppe per il tempo che ho a disposizione!) c'è anche quella per le scienze naturali che seguo sempre con interesse.

Caricamento...