src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
Renault

Non sono soddisfatti i due piloti Renault dell’esito della gara di domenica e si sfogano con delle dichiarazioni.

La scuderia francese al momento pur essendo un team di costruttori, non riesce a decollare e vede delle McLaren ottenere risultati migliori.

Renault Hulkenberg

A Soči Hulkenberg è partito 7° e ha concluso la gara al 10°, conquistando un solo punto.

“Oggi tutto ciò che poteva andare storto sembrava andare storto: una brutta partenza, un pit stop lento e uno sfortunato tempismo con la Virtual Safety Car. È deludente in quanto il potenziale c’era per un risultato migliore. Quindi andare via con un punto è un po’ frustrante. Il centro della griglia è affollato e le cose continueranno ad essere come nel resto della stagione. Dobbiamo renderci sicuri di ottenere il massimo dalle prossime gare“.

Renault ricciardo

Rammarico anche per Ricciardo che dopo l’incidente in curva 2 con Grosjean e Giovinazzi subisce una foratura e va ai box. Poi al lap 26 è costretto al ritiro per i danni subito al primo giro.

Sfortunatamente, la nostra gara era praticamente finita dall’inizio. Ho avuto troppi danni sulla macchina per continuare, il che è un peccato”

Tutto è stato un po’ caotico in curva 2, avevo l’interno per la 4 e pensavo di essere al sicuro. Sono stato colpito, riportando una foratura e un danno al fondo. Lo guarderò con la prospettiva che se provo a qualificarmi più in alto nella griglia avrò meno probabilità di essere coinvolto in episodi negativi. Mi assumerò la responsabilità per questo, ma per quanto riguarda l’incidente, ero solo un passeggero“.

Renault cyril

Infine il manager della Renault, Cyril Abiteboul ha dichiarato

“Il risultato di oggi è frustrante. Dalle vacanze estive, siamo andati forte qualificandoci con entrambe le vetture in top10. Ma in 3 gare su 4 le cose non sono andate in nostro favore e questo è accaduto anche oggi. La collisione nel giro 1 ha costretto Daniel a ritirarsi causa danni, mentre la gara di Nico è stata compromessa da un primo Pit-Stop troppo lento e dalla VSC (Virtual Safety Car) dove abbiamo perso delle posizioni sulle macchine che ne hanno approfittato per fare il Pit. Anciora una volta è facile indicare varie circostanze, ma sarebbe troppo facile giustificarsi così. Dobbiamo semplicemente fare un lavoro miglioree offrire ai nostri piloti posizioni di partenza migliori copn gare senza problemi. La macchina ha già le capacità, dobbiamo sono lavorare per sfruttarle”

Di Francesco Gatta

Nato a Napoli nel 1993, da sempre sono un appassionato di sport. Dall'atletica, con le Olimpiadi, fino ai motori. Ho iniziato a scrivere articoli sportivi nel Luglio 2019 occupandomi di Rugby e F1. Tra le infinite passioni che ho (troppe per il tempo che ho a disposizione!) c'è anche quella per le scienze naturali che seguo sempre con interesse.

Caricamento...