src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
NBA

NBA, tutti i risultati della notte: gli Spurs ritirano la maglia di Tony Parker ma perdono. Vittorie per Celtics, Clippers e Rockets.

L’NBA regala oltre alle 6 partite della notte anche un momento bello e commovente all’AT&T Center in San Antonio. Qui infatti viene ritirata e issata la maglia numero 9 di Tony Parker, leggenda degli Spurs, appena ritirata. Parker con Ginobili e Duncan ha formato uno dei terzetti più iconici e vincenti dell’NBA del 2000. Il francese ha vinto 4 titoli con San Antonio, è stato eletto MVP delle Finals nel 2007, è stato 6 volte All-Star e 4 volte in un quintetto All-NBA. Serata bella con parole degli ex compagni, del coach Popovich e di tante leggende francese di tanti sport tra cui Thierry Henry e Boris Diaw. Più in basso potete trovare il video della cerimonia.

Memphis rovina la festa di Parker

Tornando alle gare proprio San Antonio non riesce a coronare la bella serata con una vittoria ma viene sconfitta dai giovani di Memphis. Gara che vede i Grizzlies partire fortissimo e accumulare un bel vantaggio nel primo quarto, nel secondo Spurs che ricuciono grazie ad un parziale da +10. Dopo l’intervallo però Memphis riallunga piazzando un controparziale che gli Spurs rimontano a 8 minuti dalla fine. Qui la gara si sposta punto a punto con addirittura un vantaggio texano di 5 punti ma la maggiore precisione al tiro di Memphis nel finale gli consegna la vittoria. Protagonista della sfida Jaren Jackson Jr. con 24 punti e 4/6 da tre, bene Brooks con 21 punti e Valaciunas da 18 punti e 12 rimbalzi. Per San Antonio buone le prove di Aldridge, 19 punti, e Gay, 18 punti dalla panchina. Belinelli fa una buona prova da 7 punti, 2 assist e una palla rubata in 16 minuti.

Neanche Doncic ferma Boston

Continua la sua marcia vincente Boston che si libera anche di una Dallas in forma. La partita è equilibrata nel primo tempo con le squadre che terminano con punteggio pari all’intervallo. Terza frazione a vantaggio di Boston che mette un piccolo margine sui Mavs che ad inizio quarto recuperano e addirittura passano in vantaggio. Nel finale però Boston mostra tutta la sua forza ed esperienza e finisce la gara con un vantaggio in doppia cifra. Ottima la prova di Kemba Walker da 29 punti, 5 rimbalzi e 5 assist che dimostra sempre più l’amalgama con i nuovi compagni. Buona la prova di Jaylen Brown da 25 punti e 11 rimbalzi, ok anche Smart. Solita prova da leader per Doncic con 34 punti, 6 rimbalzi e 9 assist ma oggi viene lasciato solo dai compagni (Porzingis su tutti), ok Kleber con 15 punti.

La panchina dei Clippers la vincono

Gara fantastica quella dello Staples Center che i Clippers fanno propria contro i Raptors. Kawhi affronta il suo passato ma non brilla come al solito. Gara dalle percentuali basse dove a dominare sono le difese e la differenza la fa la panchina. I losangelini per portarla a casa però hanno bisogno di un ultimo quarto difensivamente perfetto che consente il sorpasso e la vittoria. Per il resto della gara Toronto sembra più agguerrita e vuole dimostrare di essere ancora i campioni in carica come la sera prima contro i Lakers. La differenza per i Clippers la fanno Lou Williams, Montrezl Harrell e JaMychal Green che piazzano prestazioni importanti. Il primo si prende la scena con i 21 punti mentre gli altri due piazzano due doppie-doppie con i rimbalzi da 14-11 e 10-12. Leonard va vicino alla tripla doppia con 12 punti, 11 rimbalzi e 9 assist. Per Toronto Siakam non delude e piazza 16 punti e 10 rimbalzi, bene Powell e Boucher.

Houston fatica ma New Orleans si arrende

Vince ancora Houston ma deve faticare più del previsto contro una buona New Orleans anche senza Ingram. Houston prova a scappare più volte ma i Pelicans si difendono con le unghia e con i denti non mollando fino al finale. Rockets che quindi devono sempre stare all’erta e non possono abbassare la guardia e la soglia d’attenzione ma la portano comunque a casa. Altri 39 punti per James Harden sempre più leader della classifica dei punti, Westbrook bene con 26 punti, ok Gordon e Capela. NOLA molto bene con il quintetto con JJ Redick con 24 punti, Holiday in doppia-doppia con gli assist, 19 per Hart e doppia anche per Favors. Melli non gioca e questo preoccupa.

Vincono Utah e Minnesota, torna Green

Gli Utah Jazz fanno fuori facilmente gli acciaccati Golden State grazie ad una stupenda prova di Rudy Gobert. Gara dominata in lungo e largo dai Jazz con solo una piccola reazione d’orgoglio Warriors trainata da Russell, ovviamente il più positivo della franchigia. Gobert chiude con 25 punti e 14 rimbalzi e il 91% dal campo. Bene Mitchell con 23-8-6 e Conley con 22 punti. D’Angelo Russell chiude da leader con 33 punti e 8 assist, torna Draymond Green ma si mostra ancora indietro di condizione. Vincono infine i T’Wolves contro Detroit grazie ad un inizio pazzesco. Minnesota infatti va avanti di molto e poi amministra la gara per il secondo tempo. Wiggins e Towns chiudono a 33 e 25 punti da migliori della gara, Pistons invece si gode le buone prove di Kennard e Griffin.

Tutti i risultati della notte:

Minnesota Timberwolves-Detroit Pistons 120-114

Top scorer: 33 pt. Wiggins(M), 25 pt. Kennard(D)

Dallas Mavericks-Boston Celtics 106-116

Top scorer: 29 pt. Walker(B), 34 pt. Doncic(D)

Memphis Grizzlies-San Antonio Spurs 113-109

Top scorer: 24 pt. Jackson Jr.(M), 19 pt. Aldridge(SA)

Houston Rockets-New Orleans Pelicans 122-116

Top scorer: 39 pt. Harden(H), 24 pt. Redick(NO)

Utah Jazz-Golden State Warriors 122-108

Top scorer: 25 pt. Gobert(U), 33 pt. Russell(GS)

Toronto Raptors-Los Angeles Clippers 88-98

Top scorer: 21 pt. Williams(LAC), 16 pt. Siakam(T)

Classifiche di Eastern e Western Conference:

La cerimonia di ritiro della maglia di Parker:

La Top 10 delle giocate:

Di Giuseppe Capizzi

Sono un 28enne napoletano con la passione per lo sport. Seguo tutte le principali competizioni sportive ma in particolare sono malato di calcio e NBA. Amo viaggiare e credo che l'esperienza formativa più grande sia stata visitare New York.

Caricamento...