21 anni fa veniva scritta una delle pagine più oscure nel mondo del wrestling, la tragedia di Owen Hart. Questo il nostro ricordo

Owen Hart è stato un grandissimo wrestler, un atleta talentuoso dotato di enormi abilità tecniche degne della famiglia Hart. Il canadese lottò per gran parte in WWF (attuale WWE) esordendo nel 1988 con la gimmick del supereroe “Blue Blazer”. Una delle rivalità più importanti fu sicuramente quella che ebbe col fratello Bret nel 1994: il traviato feud culminò con la vittoria dell’Hitman per il titolo del mondo a Summerslam.

Nello stesso anno però Owen ottenne un grande successo, vincendo il torneo King of the Ring proclamandosi “King of Harts”. Nel palmarès del lottatore rientrano anche 2 titoli Intercontinentali, 1 titolo Europeo, 4 titoli Tag Team e 2 Slammy Awards.

Il 23 maggio 1999 verrà per sempre ricordato come una delle pagine più oscure della storia del wrestling. Quel giorno si tenne infatti il pay-per-view “Over the Edge” in cui Owen, nei panni di “Blue Blazer”, avrebbe dovuto affrontare The Godfather. In quell’occasione Vince McMahon decise che il canadese sarebbe dovuto entrare calandosi sul ring da un cavo per valorizzare il personaggio. Tuttavia qualcosa non funzionò nella scenografia, il bocchettone non tenne e Owen cadde da 24 metri di altezza. Il canadese impattò violentemente col torace nel paletto e ciò gli causò la rottura dell’aorta toracica e quindi un’emorragia interna.

Durante le manovre di soccorso Jim Ross ebbe l’ingrato compito di comunicare ai telespettatori la tragedia (video). Non ci fu nulla da fare per il wrestler ma proprio il chairman decise che lo spettacolo doveva continuare: il main event andò in scena con la macchia di sangue ancora presente sul ring.

https://www.youtube.com/watch?v=GoL_s6aVghQ

I rapporti tra la famiglia Hart e la WWF si interruppero bruscamente e Bret fu completamente contrariato da come fu gestita la vicenda; allo stesso modo la moglie di Owen dichiarò di voler prendere tutte le distanze dalla compagnia. Da qui infatti la sua opposizione a far introdurre il marito nella Hall of Fame.

Caricamento...