src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">

Il Settebello chiude la sua Olimpiade al settimo posto dopo aver battuto il Montenegro ai rigori per 18-17

Terminano le fatiche del Settebello di Campagna almeno con una vittoria. L’Italia batte per 18-17 il Montenegro al Tatsumi Waterpolo Center di Kotò e conquista il settimo posto finale. Gli azzurri superano gli avversari solo ai calci di rigore dopo che i regolamentari si erano chiusi sul 14 pari. Decisivi gli errori di Vidovic e Petkovic, Di Fulvio non sbaglia il rigore decisivo e regala la settima piazza. Gara equilibrata e senza troppi tatticismi con maggior spazio anche per chi ha giocato meno. Super prova per Alessandro Velotto con 5 gol, 4 per il solito Di Fulvio, 2 reti per Renzuto Iodice. Olimpiade avara per la pallanuoto italiana ma chiusa con l’onore delle armi.

Montenegro – Italia 17-18 d.c.r. (14-14)

Montenegro: Kandic, Brguljan 2, Perkovic 1, Petkovic 1, Cuckovic, Popadic 1, Vidovic, Ukropina 2, Ivovic 6, Spaic 1, Matkovic, Banicevic.

Italia: Nicosia, Di Fulvio 4, Luongo, Figlioli, Presciutti 1, Velotto 5, Renzuto Iodice 2, Echenique, Figari, Bodegas 1, Aicardi 1, Dolce.

Sequenza rigori: Ivovic gol (M), Figlioli gol (I), Matkovic gol (M), Renzuto Iodice gol (I), Vidovic sbagliato (M), Presciutti gol (I), Cuckovic gol (M), Aicardi parato (I), Perkovic sbagliato (M), Di Fulvio gol (I).

Di Giuseppe Capizzi

Sono un 28enne napoletano con la passione per lo sport. Seguo tutte le principali competizioni sportive ma in particolare sono malato di calcio e NBA. Amo viaggiare e credo che l'esperienza formativa più grande sia stata visitare New York.

Caricamento...