La FIA elegge un nuovo presidente e Jean Todt cede il testimone al pilota degli emirati Mohammed Bin Sulayem.

Il campione di rally originario degli Emirati Arabi Uniti, è stato eletto come successore del presidente uscente Jean Todt. Bin Sulayem ha ricevuto il 61,62% dei voti dai club membri della FIA contro il 36,62% del barrister Graham Stoker (1,76% astenuti).

Il candidato degli Emirati è stato un pilota e campione di rally, molto attivo nelle competizioni Medio Orientali, dagli anni ’80 al 2002, dove con i suoi numerosi successi ( 14 volte campione del FIA Middle East Rally) ha aiutato ad attrarre l’attenzione del mondo del motorsport su questa regione.

Ha successivamente ricoperto diversi ruoli dirigenziali e organizzativi. E’ stato Vice-presidente e membro del World Motor Sport Council e fondatore della FIA ACTAC, organo della FIA che si occupa dei paesi del Medio Oriente e Nord Africani.

Inoltre dal 2006 è stato presidente dell’Automobile and Touring Club degli Emirati (ATCUAE), diventando uno dei fautori dei Gran Premio che si tiene attualmente ad Abu Dhabi.

Ricevuta la notizia della sua elezione, Bin Sulayem ha dichiarato:

Sono molto onorato di essere stato eletto presidente della FIA alla conclusione dell’Assemblea generale annuale di Parigi. Ringrazio tutti i Club membri per la stima e la fiducia. Mi congratulo con Graham per la sua campagna e il suo impegno con la Federazione. Desidero esprimere a Jean Todt la mia infinita gratitudine a nome della FIA e dei suoi membri per tutto ciò che è stato realizzato negli ultimi 12 anni

Di Francesco Gatta

Nato a Napoli nel 1993, da sempre sono un appassionato di sport. Dall'atletica, con le Olimpiadi, fino ai motori. Ho iniziato a scrivere articoli sportivi nel Luglio 2019 occupandomi di Rugby e F1. Tra le infinite passioni che ho (troppe per il tempo che ho a disposizione!) c'è anche quella per le scienze naturali che seguo sempre con interesse.

Caricamento...