src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">

Ecco tutti i risultati della notte del 22 ottobre di regular season NBA 2022/23. George abbatte i Kings, crisi Sixers, ok Boston, Cleveland, Dallas e Miami

Sabato notte di NBA che ci regala tantissimo spettacolo nelle 9 sfide. I Milwaukee Bucks asfaltano gli Houston Rockets e restano imbattuti ad Est. La squadra di Budenholzer mette subito una distanza di sicurezza nel primo quarto e può gestire per i restanti 36 minuti. Giannis Antetokounmpo è inarrestabile e chiude con 44 punti (17/21 al tiro), 12 rimbalzi e 3 assist. Jrue Holiday ottimo con 19 punti e 10 assist, bene anche Allen e Portis. Jalen Smith è il top scorer dei texani con 22 punti, buone gare per Jabari Smith Jr e Kevin Porter Jr. Boston vince la terza gara di fila contro Orlando trascinata dai 40 punti e 8 assist di Jayson Tatum. Derrick White fa una gran gara da 27 punti fra cui 5 triple, nei Magic ancora bene Paolo Banchero da 23 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, ne piazza 29 Ross.

Miami trionfa per la prima volta stagione superando Toronto. Gli Heat rischiano nel finale ma la portano a casa con i 24 punti e 5 assist di Jimmy Butler. Strus è la scheggia impazzita da 20 punti, bene Herro e Lowry. Siakam gioca una gran gara dei Raptors con 23 punti, 8 rimbalzi e 9 assist, stessi punti anche per Trent Jr. Cleveland distrugge Chicago a domicilio e brilla per la prima volta Donovan Mitchell con 32 punti, 9 rimbalzi e 5 assist. Spento DeRozan nei Bulls, LaVine è il migliore con 23 punti. Indiana parte forte nella ripresa e batte Detroit con il suo rookie Mathurin da 27 e 7 rimbalzi. Super Haliburton con 24 punti, 10 rimbalzi e 5 rubate, nei Pistons discreti Bey e Cunningham.

Terzo KO di fila e crisi per Philadelphia che cede in casa contro San Antonio. I Sixers tirano male di squadra e non gli bastano neanche i 40 punti e 13 rimbalzi di Embiid. Negli Spurs si mettono in mostra Vassell con 22 punti e Keldon Johnson con 21. Dallas non ha pietà di Memphis e gli rifila oltre 40 punti di passivo. Gara a senso unico per i texani sin dal principio che trova equilibrio solo nel finale. Luka Doncic trascina con 32 punti, 7 rimbalzi e 10 assist ma è decisivo anche Wood con 25 e 12 rimbalzi. Serata “storta” per Ja Morant con solo 20 punti e 4 assist, meno peggio Bane.

Paul George fa 40 punti, 6 rimbalzi e 6 assist e conduce i Los Angeles Clippers al successo nel derby californiano contro i Sacramento Kings. Senza Kawhi, PG gestisce le operazioni con un Kennard importante. Nei Kings buon debutto per Keegan Murray con 19 punti e 5 rimbalzi, Fox ne mette 36, bene Sabonis. Infine Denver supera Oklahoma City con qualche affanno di troppo. Altra tripla doppia per Nikola Jokic con 19 punti, 16 rimbalzi e 13 assist, Michael Porter Jr ne mette 22, uno in meno per Caldwell-Pope. Shai Gilgeous-Alexander è come al solito il migliore dei Thunder con 28 punti e 7 assist, Giddey si fa vedere con 19 e 12 rimbalzi.

I risultati della notte:

San Antonio Spurs – Philadelphia 76ers 114-105

Top scorer: Vassell 22 pt. (SA), Embiid 40 pt. (P)

Detroit Pistons – Indiana Pacers 115-124

Top scorer: Mathurin 27 pt. (I), Cunningham 22 pt. (D)

Boston Celtics – Orlando Magic 126-120

Top scorer: Tatum 40 pt. (B), Ross 29 pt. (O)

Toronto Raptors – Miami Heat 109-112

Top scorer: Butler 24 pt. (M), Siakam 23 pt. (T)

Cleveland Cavaliers – Chicago Bulls 128-96

Top scorer: Mitchell 32 pt. (Cl), LaVine 23 pt. (Ch)

Houston Rockets – Milwaukee Bucks 105-125

Top scorer: G. Antetokounmpo 44 pt. (M), J. Green 22 pt. (H)

Memphis Grizzlies – Dallas Mavericks 96-137

Top scorer: Doncic 32 pt. (D), Morant 20 pt. (M)

Oklahoma City Thunder – Denver Nuggets 117-122

Top scorer: M. Porter Jr 22 pt. (D), Gilgeous-Alexander 28 pt. (OKC)

Los Angeles Clippers – Sacramento Kings 111-109

Top scorer: George 40 pt. (LAC), Fox 36 pt. (S)

I 44 punti di Giannis Antetokounmpo:

I 40 punti di Paul George:

La Top 10 delle giocate della notte:

Di Giuseppe Capizzi

Sono un 28enne napoletano con la passione per lo sport. Seguo tutte le principali competizioni sportive ma in particolare sono malato di calcio e NBA. Amo viaggiare e credo che l'esperienza formativa più grande sia stata visitare New York.

Caricamento...