Siamo ormai agli sgoccioli della regular season NBA 2023/24 ed è tempo di aprire ai ragionamenti su quella che sarà la post season.

Siamo ormai agli sgoccioli della regular season NBA 2023/24 ed è tempo, per noi appassionati, di aprire ai ragionamenti su quella che sarà la post season.

Sia a EST che ad OVEST la questione qualificazione play-in è ormai risolta, tutt’altro discorso, invece,  per quanto riguarda l’accesso diretto ai play-off. Entrambe le Conference sono in piena battaglia!

Ad Est la sfida è serratissima! Con ben sei squadre (in ordine di classifica attuale Knicks, Magic, Cavs, Pacers, 76ers ed Heat) a contendersi l’accesso diretto(ovvero il sesto posto). I Knicks (terzi) hanno 3 vittorie di vantaggio su Miami (ottavi) quando ad entrambe mancano proprio 3 gare da disputare. Battaglia vera e dal finale completamente incerto! Tutto può accedere ed evitare il play-in diventa cruciale sul piano soprattutto fisico. Perché al termine di una stagione da 82 partite per i giocatori diventa significativo ogni minuto speso sul parquet. Evitare di giocare quella (o quelle due) partite di qualificazione può essere cruciale.

Questo può davvero fare la differenza, facilitando di molto il percorso verso la finale di Conference, dove la squadra da battere è sicuramente Boston. Sul piano degli accoppiamenti invece sembrerebbe non esserci molta differenza. Le squadre piazzate tra il secondo ed l’ottavo posto sono, almeno sulla carta, tutte allo stesso livello. In tutto ciò, cruciali saranno gli infortuni. Allo stato attuale vedono lontano dai campi atleti come Trae Young, Porzingis, LaVine, Lonzo Ball, Davis, Giannis, Towns, Ingram, Leonard… solo per citare le assenze più pesanti.

Ad Ovest la lotta per l’accesso diretto alla fase finale vede 5 squadre coinvolte, ovvero in ordine di classifica: Pelicans, Suns, Kings, Lakers e Warriors che occupano dalla sesta alla decima posizione. Anche qui come ad Est la qualificazione play-in è già chiusa. Allo stesso modo, come dall’altra parte del continente, a separare la prima dall’ultima contendente ci sono solo 3 lunghezze, con 3 partite ancora da disputare, ma un solo posto vacante! Questo forse rende la sfida ancor più avvincente. Da questo lato però, oltretutto, è ancora aperta la battaglia per i primi due spot nei play in.

Una situazione che può comunque significare una partita in meno (cosa non da poco, restando coerenti col discorso sul dispendio energetico). Ad aggiungere ulteriore magia a questa già appassionante situazione, c’è il possibile scontro (in realtà molto probabile) fra i Lakers di LeBron e i GSW di Curry. Rivali per un intera carriera, si sono dati battaglia per il titolo quasi ogni volta che sono arrivati alle Finals. Potrebbero ora trovarsi contro in quello che difatti sarebbe uno spareggio per conquistare un posto per la post season, in una sorta di sfida in or out. In quella che è una magnifica metafora di ciò che è la parabola sportiva, dove la costante resta sempre la competizione.

Caricamento...