Dopo i 3 turni di prove libere fra ieri e oggi il GP di Imola entra ufficialmente nel vivo. Per tutti e 20 i protagonisti del mondiale di F1 è tempo di concentrarsi al massimo per trovare il giro perfetto. Infatti è tempo di qualifiche che andranno a decretare la griglia di partenza della gara che si terrà domani alle ore 15. Ma prima ci sono le qualifche e le domande fondamentali della giornata sono 2: “Riuscirà la Ferrari a confermare quanto di buono fatto nelle prove?” ma soprattutto: “Davvero Max Verstappen e la Red Bull sono così in difficoltà?”.

Si parte, al via le qualifiche: Q1

Al via le qualifiche del GP di Imola, ma possiamo notare subito una differenza importante. La Ferrari è l’unico fra i top team(ma anche l’unico in generale) che affronta questo Q1 con gomma media, o gomma gialla se preferite, per tenersi buono un set di Soft nuovo. Ma ovviamente sappiamo che la prima sessione non è granchè indicativa. Concentriamoci quindi sui 5 eliminati di questo Q1 che sono stati nell’ordine(16°-20°): Bottas, Sargeant, Zhou, Magnussen e Alonso. Da sottolineare un potenziale impeding di Oscar Piastri su Kevin Magnussen che potrebbe costare al pilota McLaren una penalità di 3 posizioni in griglia.

Seconda sessione, sale la tensione: Q2

Si abbassano i tempi in un lampo e la sorpresa ha il nome di Yuki Tsunoda che pianta un buonissimo 1:15:358 con una sorprendente Visa Cash App RB che mette in Q3 anche Daniel Ricciardo. I top name invece si scaldano in vista del Q3 e i più in palla sembrano Leclerc, Piastri, Norris e Verstappen che non va mai dato per spacciato. Ma anche in questa sessione ci sono i classici eliminati con anche un top name, che sono, sempre in ordine(11°-15°): Perez, Ocon, Stroll, Albon e Gasly.

A caccia della Pole Position: Q3

E ora si fa sul serio con 10 piloti pronti a giocarsi la vera posta in palio di questo sabato, ovvero la Pole Position. Primo giro di tentativi con Max Verstappen e Lando Norris che vanno sotto il muro del 1:15, ma le Ferrari e Piastri sono lì non distanti. A stampare la Pole Position è uno stratosferico Max Verstappen che in barba alle difficoltà piazza un 1:14:746 che vale la Pole. Max che puo’ dire di avere tutti i meriti di questa prima posizione con una macchina non perfetta e inoltre fa la storia. Sì perchè Max Verstappen si aggiudica l’ottava pole position consecutiva affiancando al 1° posto di questa classifica un certo Ayrton Senna. Per completezza d’informazione metteremo nel riepilogo finale della griglia i distacchi dalla pole relativi ai soli tempi del Q3.

La griglia di partenza

  • Max Verstappen(Red Bull) 1:14:746
  • Oscar Piastri(McLaren) +0.074
  • Lando Norris(McLaren) +0.091
  • Charles Leclerc(Ferrari) +0.224
  • Carlos Sainz(Ferrari) +0.487
  • George Russell(Mercedes) +0.488
  • Yuki Tsunoda(Visa Cash App RB) +0.719
  • Lewis Hamilton(Mercedes) +0.758
  • Daniel Ricciardo(Visa Cash App RB) +0.928
  • 10° Nico Hulkenberg(Hass) +1.234
  • 11° Sergio Perez(Red Bull)
  • 12° Esteban Ocon(Alpine)
  • 13° Lance Stroll(Aston Martin)
  • 14° Alexander Albon(Williams)
  • 15° Pierre Gasly(Alpine)
  • 16° Valtteri Bottas(Kik Sauber)
  • 17° Logan Sargeant(Williams)
  • 18° Guanyu Zhou(Kik Sauber)
  • 19° Kevin Magnussen(Hass)
  • 20° Fernando Alonso(Aston Martin)
Caricamento...