Settimo appuntamento col Mondiale F1 e siamo in Emilia Romagna più precisamente ad Imola. Dopo le qualifiche di ieri l’obiettivo oggi è solo uno, ovvero la vittoria. Max Verstappen è l’uomo da battere ma McLaren e Ferrari sono pronte a tentare il colpo.

Siamo giunti alla domenica che significa gara. Tutti pronti a giocarsi il premio più ambìto ovvero la vittoria, l’uomo da battere è ovviamente Max Verstappen che ieri ha sbalordito tutti e ha messo a tacere gli scettici stampando la Pole. Una Red Bull che sembrava in netta difficoltà ma che con Max vola comunque. Verstappen quindi deve guardarsi dall’assalto di McLaren e Ferrari.

Il racconto della gara

Pronti via, Norris secondo parte bene, ma Verstappen non è da meno e con un’ottima gestione del primo giro tiene la testa della corsa. Una prima fase di gara che non ha molto da raccontare con Max che gestisce, Norris che insegue e Leclerc saldamente terzo. L’unica sfida degna di nota è quella per la 4° posizione fra Carlos Sainz ed Oscar Piastri. Ma i sorpassi qui ad Imola sono difficili e il DRS lo si può usare solo una volta sul rettilineo principale. Girandola di pit intorno al 24esimo giro che però non cambia molto la storia della corsa. Ma nel finale la corsa si infiamma perchè un Lando Norris inferocito recupera sul leader Max Versatppen che non può commettere errori perchè a rischio penalità. Lando arriva come un treno e va sotto i 2 secondi a pochi giri dalla fine.

Max Verstappen vince ma con il brivido, 2° Norris, 3° Leclerc

Sono degli ultimi giri di sofferenza per Verstappen che vede Norris come una minaccia veramente concreta con il pilota della McLaren che sa di poterci provare. Ma alla fine in un arrivo quasi in volata Max Verstappen riesce a strappare una vittoria impensabile due giorni fa, 2° Lando Norris. Ferrari che riesce ad agguantare il podio davanti ai propri tifosi con Charles Leclerc 3° in una gara con pochi sussulti. Questa è forse stata la vittoria più difficile degli ultimi tempi per Verstappen e la sua tensione si è sentita anche nel post-gara.

L’ordine di arrivo

  • Max Verstappen(Red Bull)
  • Lando Norris(McLaren) +0.725
  • Charles Leclerc(Ferrari) +7.916
  • Oscar Piastri(McLaren) +14.132
  • Carlos Sainz(Ferrari) +22.325
  • Lewis Hamilton(Mercedes) +35.104
  • George Russell(Mercedes) +47.153
  • Sergio Perez(Red Bull) +54.776
  • Lance Stroll(Aston Martin) +1:19.556
  • 10° Yuki Tsunoda(Visa Cash App RB) +1 giro
  • 11° Nico Hulkenberg(Hass) +1 giro
  • 12° Daniel Ricciardo(Visa Cash App RB) +1 giro
  • 13° Kevin Magnussen(Hass) +1 giro
  • 14° Esteban Ocon(Alpine) +1 giro
  • 15° Guanyu Zhou(Kik Sauber) +1 giro
  • 16° Pierre Gasly(Alpine) +1 giro
  • 17° Valtteri Bottas(Kik Sauber) +1 giro
  • 18° Logan Sargeant(Williams) +1 giro
  • 19° Fernando Alonso(Aston Martin) +1 giro
  • DNF: Alexander Albon(Williams)

La classifica del Mondiale

  • Max Verstappen(Red Bull) 161
  • Charles Leclerc(Ferrari) 113
  • Sergio Perez(Red Bull) 107
  • Lando Norris(McLaren) 101
  • Carlos Sainz(Ferrari) 93
  • Oscar Piastri(McLaren) 53
  • George Russell(Mercedes) 44
  • Lewis Hamilton(Mercedes) 35
  • Fernando Alonso(Aston Martin) 33
  • 10° Yuki Tsunoda(Visa Cash App RB) 15
  • 11° Lance Stroll(Aston Martin) 11
  • 12° Oliver Bearman(Ferrari) 6
  • 13° Nico Hulkenberg(Hass) 6
  • 14° Daniel Ricciardo(Visa Cash App RB) 5
  • 15° Esteban Ocon(Alpine) 1
  • 16° Kevin Magnussen(Hass) 1
  • 17° Alexander Albon(Williams) 0
  • 18° Guanyu Zhou(Kik Sauber) 0
  • 19° Pierre Gasly(Alpine) 0
  • 20° Valtteri Bottas(Kik Sauber) 0
  • 21° Logan Sargeant(Williams) 0
Caricamento...