La triste storia di Josip Ilicic: un talento cristallino stroncato dalla depressione, dagli anni bui alla rinascita con il Maribor fino alla chiamata ad Euro 2024

In serata il nome di Josip Ilicic è tornato sulla bocca di tutti, l’ex Atalanta ha siglato il gol vittoria nell’amichevole tra Slovenia ed Armenia. Non si tratta di un semplice gol, bensì il coronamento di una vera e propria rinascita. Negli ultimi anni, Ilicic ha infatti vissuto una delle condizioni più difficili che un essere umano possa vivere: la depressione. Ecco la maledetta storia dello sloveno, di come la sua carriera si sia interrotta sul più bello ed il nuovo inizio con la maglia del Maribor.

Torniamo indietro al marzo 2020, le nostre vite stavano per essere stravolte per sempre ma ancora non lo sapevamo. Il 10 marzo, appena un giorno dopo lo storico annuncio di Conte del lockdown, l’Atalanta si trovava a Valencia per disputare il ritorno degli ottavi di Champions League. Quella partita, ai posteri, si è caricata di un fortissimo valore simbolico perché ha rappresentato il punto più alto della carriera di Ilicic ma contemporaneamente il suo canto del cigno.

Il talento sloveno ha deciso la gara con un poker, mettendo in mostra le sue immense qualità nel palcoscenico più grande di tutti. L’attaccante dell’Atalanta aveva incantato tutta Europa. Dopodiché il calcio si è fermato, con i calciatori che sono rientrati in campo solamente in estate. Ed è proprio in quel periodo che Ilicic si è ammalato, non riuscendo a sopportare l’isolamento ed il fatto di non poter stare vicino alla sua famiglia.

Una tristissima testimonianza dello stato psicofisico in cui versava Ilicic ci è stato fornito proprio da Gasperini. L’allenatore dell’Atalanta ha avuto modo di raccontare il suo incontro con lo sloveno nella clinica in cui si trovava, tale avvenimento risale all’estate del 2020, poco prima della sfida secca dei quarti di finale di Champions League tra Atalanta e PSG. A seguire le toccanti parole di Gasperini:

Andai a trovarlo in clinica, aveva perso qualcosa come 10 o 12 chili: lo tirai su come un manichino e gli dissi di venire con noi..”

Ogni storia ha un lieto fine e fortunatamente anche quella di Ilicic si è risolta nel migliore dei modi: il calciatore è riuscito a tornare in campo superando la depressione e ritrovando l’opportunità di calcare i terreni di gioco nella sua seconda esperienza al Maribor. L’ex Atalanta decise di riavvicinarsi alla sua terra natia ed al club che l’ha lanciato nel grande calcio, ottenendo finalmente la continuità che cercava. Il cerchio si è chiuso proprio stasera, quando Ilicic ha trovato il gol vittoria nell’amichevole tra Slovenia ed Armenia, che molto probabilmente lo porterà ad essere confermato nella lista dei 26 calciatori che partiranno in Germania per Euro 2024.

Caricamento...