src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

6 Nazioni 2021: Italia-Galles (7-48). Dura prova per gli Azzurri!

0 19

Il Galles si sbarazza facilmente dell’Italia e punta verso la Francia. Poche azioni interessanti da parte dell’Italia, che si affida all’individualità di Ioane per segnare gli unici punti

PRIMO TEMPO

Gli Azzurri sono in difficoltà fin dalle prime azioni, con il Galles che guadagna facilmente due calci per mettere a segno, prima una punizione, poi una meta partendo da una mischia sui 5m. L’azione della marcatura è preceduta da un cartellino giallo per Bigi, il quale per difendere commette un fallo intenzionale. Per tenere i numeri regolamentari della mischia viene fatto uscire Ioane.

Il Galles gioca con insistenza e dopo una serie di offloads che stringono gli Azzurri nei 5m, approfitta dell’uomo in meno sul lato destro italiano per andare a segnare la seconda meta al 14′. Biggar manca la trasformazione (0-15).

L’accocco dei Gallesi non si ferma e al 20′ guadagna una rimessa nei 22. La maul è inarrestabile ed entra facilmente in area di meta (0-22). Al 29′ il Galles gioca una mischia nei 22 e il pacchetto avanza fino a che Owens si stacca e schiaccia la sua seconda meta (0-27). Biggar manca la conversione, ma il punto di bonus c’è comunque.

Al 34′ l’Italia si rende, per la prima volta, pericolosa e stringe nei 22 gallesi, ma l’ovale viene perso e il contrattacco dei dragoni è immediato e rapido. Rees-Zammit oltrepassa la linea di meta, ma il TMO conferma un in-avanti visto dall’arbitro e la meta è annullata. Il punteggio rimane il precedente ed è lo stesso con cui si va negli spogliatoi (0-27).

SECONDA TEMPO

Il Galles inizia la ripresa con lo stesso dinamismo del primo tempo e al 42′ si trova segna la quinta marcatura con North, che una volta ricevuto l’offload, elude la difesa e corre in meta piazzando l’ovale al centro dei pali (0-34).

Al 50′ l’Italia riparte da una rimessa nel campo avversario per un errore di Biggar che per cercate la touche manda fuori l’ovale. L’Italia fa qualche metro sui ruck, poi l’ovale finisce nelle mani di Ioane che calcia in avanti per scavalcare due difensori e poi scatta in avanti per il recupero, Liam Williams lo placca, ma Ioane schiaccia la meta (7-34)!

Il Galles riparte velocemente e Adams trova una marcatura sulla bandierina, ma il TMO annulla tutto per un placcaggio provvidenziale di Garbisi che porta fuori l’attaccante.

Al 58′ arriva il secondo giallo per gli Azzurri che vedono uscire Riccioni per un colpo di avambraccio nel tentativo di difendersi da un placcaggio. In inferiorità numerica l’Italia ha ancora più problemi a difendere e al 60′ il Galles ne mette un’altra al centro dei pali (7-41). Al 64′ Rees-Zammit intercetta un passaggio italiano e dalla sua metà campo intraprende incontrastato una corsa fino ai pali italiani (7-48).

Nelle fasi finali gli Azzurri riescono a mettere in atto alcune azioni interessanti con tre rimesse sui 5m, purtroppo tutte infruttuose.

ITALIA (7) = M: Ioane (50′) T: Garbisi (51′) C: Bigi (giallo, 6′); Riccioni (giallo 58′)
GALLES (48) = M: Adams (7′), Faletau (14′); Owens (20′, 29′); North (42′);  Sheedy (60′); Rees-Zammit (63′) T: Biggar (8′,43′, 61′,64′) P: Biggar (2′)


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.