src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

F1 GP Austria 2021. Verstappen primo. sul Podio Bottas ed un eccezionale Lando Norris!

0 20

Verstappen vince facile, Hamilton ancora una volta fuori dai giochi, perde la posizione su Norris e la cede a Bottas per chiudere in P4.

Max Verstappen vince anche la seconda gara sul Red Bull Ring, anche questa volta indisturbato e con il punto extra del giro veloce. La sua partenza è buona, Lando Norris gli si accoda senza però troppe possibilità di sorpasso, dovendosi anche difendere da Perez, subito molto aggressivo.

La gara poi viene interrotta da una bandiera gialla e il gruppo si accoda alla Safaty Car fino al quarto giro. Il motivo è un contatto fra Esteban Ocon e Giovinazzi, con il francese chiuso a sandwich fra la Alfa Romeo ed una Haas. Ocon riporta dei danni alla anteriore destra ed è costretto al ritiro.

Prima della ripartenza, Verstappen rallenta moltissimo e rischia il contatto con Norris, poi si stacca dal gruppo lasciando i quattro alle sue spalle (Norris, Perez, Hamilton, Botts) a battagliare.

Perez lotta con Norris mentre le due Mercedes si avvicinano all’unisono. Hamilton prova ad approfittarne ma rimane chiuso e perde la posizione su Bottas che passa avanti, poi Hamilton se la riprende qualche giro dopo, forse con un ordine di scuderia.

Intanto la lotta davanti non è finita, Norris arriva ruota a ruota in curva 4 con Perez e lo accompagna fuori sulla ghiaia. Perez rientra 10° dove inizia subito a lottare con Leclerc, ma tiene la posizione. I giudici decidono in seguito di assegnare 5s di penalità a Norris.

Il pilota McLaren viene poi sorpassato da Hamilton e intanto lamenta dei freni molto caldi. Mantiene comunque un buon ritmo e al 54° giro lo supera in curva 6 per chiudere la gara sul podio in P3.

Hamilton non riesce a stargli dietro e si ferma una seconda volta per cercare poi di chiudere il distacco, ma fallisce e rimane in P4 con un ritardo di 20s dalla McLaren. Valtteri Bottas è secondo, aveva un ritmo migliore di Hamilton e quasi lo passava prima dell’ordine di scuderia che ha gli ha regalato la P2 in tutta sicurezza.

La Ferrari fa una buona gara e come previsto il passo gara premia le rosse, che avevano chiuso le qualifiche in modo poco entusiasmante. Charles Leclerc lotta a lungo con Perez e lo passa al 16° giro, ma dopo il pit stop il messicano gli torna davanti e lo scontro riprende più acceso che mai!

Al 42° giro Perez lo spinge fuori pista in curva 4 e i commissari gli assegnano 5s di penalità. Al 47° giro Leclerc si fa rivedere, fallisce i tentativi di sorpasso nelle prime curve e ci prova in curva 5, ma anche questa volta Perez lo manda fuori e si prende altri 5s di penalità.

Quando Perez sorpassa Daniel Ricciardo, questo diventa l’avversario del monegasco, il quale fallisce nel superare la McLaren e lascia passare Carlos Sainz, che con gomma più fresca (si è fermato al 50° giro partendo con gomma hard) supera la McLaren all’ultimo giro. Lo spagnolo poi tiene il gap con Perez sotto i 10s riuscendo così ad arrivare in P5 al termine della gara. Perez termina la gara davanti a Daniel Ricciardo.

Gli ultimi posti della zona punti sono occupati dalla AlphaTauri di Gasly e da Fernando Alonso, il quale ha sottratto il 10° posto a George Russel con un sorpasso a due giri dalla fine.

il pilota Williams non ha fatto una buona partenza, perdendo quattro posizioni (P12). Ha recuperato dopo i pit-stop, ma alla fine ha chiuso comunque la gara furi zona punti. Ha però tenuto Alonso dietro per diversi giri, nonostante lo spagnolo cercasse di passare in continuazione.

Aston Martin sembrava poter chiudere in zona punti, ma ha deluso le aspettative. Stroll parte molto bene, arriva in ottava posizione passando sia Russel che Vettel. Poi entrambe le Aston Martin vengono buttate fuori dalla top10 con la risalita delle Ferrari e Vettel all’ultimo giro ha un incidente con Raikkonen mentre cercava di sorpassarlo; Raikkonen stringe troppo su Vettel, i due si agganciano ruota a ruota e finiscono nella ghiaia e Vettel subisce il ritiro.

Una caratteristica di questa gara sono state le numerose sanzioni, oltre a quelle citate, ci sono stati 5s di penalità per Giovinazzi per aver effettuato un sorpasso in regime di Safaty Car e due sanzioni di 5s per Tsunoda, il quale ha attraversato la linea bianca che delimita l’entrata alla pit lane.

POS.PILOTAVETTURAGIRITEMPOPnt
1Max VerstappenRed Bull711:23:54.54326
2Valtteri BottasMercedes71+17.973s18
3Lando NorrisMcLaren71+20.019s15
4Lewis HamiltonMercedes71+46.452s12
5Carlos SainzFerrari71+57.144s10
6Sergio PerezRed Bull71+57.915s8
7Daniel RicciardoMcLaren71+60.395s6
8Charles LeclercFerrari71+61.195s4
9Pierre GaslyAlphaTauri71+61.844s2
10Fernando AlonsoAlpine70+1 lap1
11George RussellWilliams70+1 lap0
12Yuki TsunodaAlphaTauri70+1 lap0
13Lance StrollAston Martin70+1 lap0
14Antonio GiovinazziAlfa Romeo70+1 lap0
15Nicholas LatifiWilliams70+1 lap0
16Kimi RäikkönenAlfa Romeo70+1 lap0
17Sebastian VettelAston Martin69DNF0
18Mick SchumacherHaas69+2 laps0
19Nikita MazepinHaas69+2 laps0
NCEsteban OconAlpine0DNF0

Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.