A place where you need to follow for what happening in world cup

F1 – GP d’Eifel 2020. GP maledetto, 5 ritiri. Hamilton come Shumi. Podio per Ricciardo!

0 34

Un Gran Premio non facile con 5 ritiri! Hamilton approfitta delle difficoltà di Bottas ed eguaglia Shumacher. Verstappen 2°. Ricciardo conquista un podio che mancava da 9 anni in Renault!

PRE-GARA – Per questo Gran Premio la Racing Point al posto di Lance Stroll, schiera Nico Hulkenber. La Scuderia ha dichiarato che il canadese non si sentiva bene già dal GP di Sochi, ma non presentava sintomi da Covid-19. Alle Libere 3 di Eifel le condizioni di Stroll si sono aggravate a tal punto che ha saltato la sessione.

LAP 1 (PARTENZA) – Buona partenza di Lewis Hamilton che attacca Bottas in prima posizione. Il finlandese si difende stringendo su Hamilton che però in curva 1 lo accompagna fuori, ma Bottas si rimette in traiettoria e in curva 2 si riprende la posizione.

Alle loro spalle Leclerc ha un bloccaggio, ma non perde posizioni, a differenza di Albon che nel cercare di difendersi da Ricciardo ha un contatto ruota a ruota. Perde posizioni anche Ocon che finisce 9°.

LAP 6 – Bloccaggio per Leclerc in Curva 1, va lungo e alle sue spalle fa capolino Ricciardo. Il monegasco riprende il controllo e tiene la posizione, ma Ricciardo rimane 0.4s da lui.

LAP 7 – Un team radio di per Carlos Sainz comunicano al pilota l’arrivo di piogge leggere sul circuito in 5 minuti. La pioggia però non arriva

LAP 8 – Pit Stop molto anticipato per Albon, sostituisce le soft ed esce ultimo con gomma medium

LAP 9 – Arriva il sorpasso di Ricciardo su Leclerc. Ricciardo lo attacca in curva 2, Leclerc si difende, ma in Curva 3 è cosa fatta. Il monegasco va ai box e cambia gomme

LAP 10 – Norris si avvicina alle spalle di Charles per iniziare a mettergli pressione, ma intanto alle sue spalle si fa vedere Perez che mette subito in chiaro le sue intenzioni

LAP 11 – Giravolta per Vettel mentre tentava di sorpassare Giovinazzi. Nel cambio di traiettoria perde la monoposto e va fuori pista, nulla di grave e subito rientra per poi dirigersi verso i box e montare gomma dura.

LAP 13 – Bloccaggio pesante per Bottas in Curva 1, va lungo ed Hamilton non si lascia pregare e lo supera, ma sembra ci sia anche qualcos’altro, Bottas gira lento!

LAP 14 – Contatto fra Raikkonen e Russel in Curva 1. Il finlandese porta il pilota Williams fuori pista causandone il ritiro. L’impatto è abbastanza forte da far sollevare la monoposto di Russel.

LAP 16 – Scatta una Virtual Safaty Car per portare fuori la monoposto di Russel. Intanto c’è un contatto fra Albon e Kvyat. I due battagliano in Curva 13-14 e costa l’ala frontale al pilota della Alpha.

LAP 18 – Bottas lamenta una perdita di potenza al motore, tempo un giro e si dirige verso i box per ritirarsi dalla gara. Ci deve essere qualche problema all’impianto elettrico perché Bottas scende seguendo le misure di sicurezza. Intanto Hamilton accelera per tenere Max Verstappen alle sue spalle (+2.3).

LAP 22 – Albon sembra molto aggressivo e questa volta punta Gasly per la P7 ma il francese lo tiene dietro. Intanto gli steward assegnano ad Albon una punizione di 5s per il contatto con Kvyat.

LAP 23 – La Renault di Ocon si dirige verso i box per mai più uscirne. Il pilota lamenta problemi idraulici e arriva il ritiro.

LAP 24 – Albon si dirige ai box dove sconterà la penalità di 5s in abbondanza perché anche per lui arriva il ritiro!

LAP 27 – Questo Gran Premio sembra maledetto. Ora è Lando Norris a lamentare una perdita di potenza, gli ingegneri gli danno alcune indicazioni e per il momento rimane in gara in terza posizione.

LAP 31 – I problemi per Norris non finiscono e Perez riesce a risalire in 5ª posizione.

A metà gran premio le posizioni e i tempi sono: HAMILTON (LEADER) VERSTAPPEN (+5.036) RICCIARDO (+60.838) LECLERC (+75.469) PEREZ (+76.204) Norris (+79.731) Sainz (+80.908), Giovinazzi (+ 1 giro), Vettel, Raikkonen, Magnussen, Gasly, Latifi, Hulkenberg, Grosjean, Kvyat.

LAP 35 – Perez continua la sua scalata, questa volta tocca a Leclerc. Il monegasco perde la posizione in curva 14, ma in curva 1 è di nuovo 4°. Perez non demorde e un giro dopo effettua il sorpasso in curva 13. Leclerc va ai box e monta la medium, rientra in P10 alle spalle di Raikkonen e davanti a Gasly che subito si accoda con le peggiori intenzioni.

LAP 39 – Mentre Leclerc passa facilmente Raikkkonen, Verstappen si allontana da Hamilton, ora fra i due ci sono quasi 9s.

LAP 40/42 – Leclerc passa Vettel per la P7, ma non senza problemi. Vettel lascia campo libero al compagno, ma il monegasco subisce un bloccaggio e si avvicina molto alla monoposto di Vettel in curva 1. Al 41° giro passa anche Gasly.

LAP 42 – Entra in zona punti Niko Hulkenberg, passa Raikkonen e poi Vettel per la nona posizione. Perez intanto è ancora 4° e cerca di chiudere su Ricciardo (+11s). Dal box comunicano al messicano che sta recuperando 7 decimi a giro e ha lo stesso ritmo di Hamilton.

LAP 44 – Finisce la gara per Norris. Il pilota va fuori pista. Dalla fiancata posteriore c’è una macchia di bruciato da cui esce del fumo…è il quinto ritiro. Scatta la Safaty Car. Quasi tutti rientrano ai box per cambiare i set di gomme.

LAP 50 – Rientra la Safety Car. Hamilton stacca deciso mentre in curva 1 Ricciardo approfitta di un bloccaggio di Verstappen, ma i suoi problemi sono altri perché Perez, come prima con Norris, approfitta della situazione per affiancarsi a Ricciardo, il quale tiene la posizione.

LAP 52 – Fra il leader del GP e Verstappen ci sono ora 1.9s. Ricciardo è a 4s. Intanto Hulkenberg (P8) si avvicina alla zona DRS di Leclerc.

LAP 55 – Vettel sale in classifica (P11). Dopo essersi liberato di Latifi attacca Magnussen. Il sorpasso non gli riesce facile, c’è un continuo scambio fra chi attacca e chi difende e Vettel mena una ruotata al danese che rientra in pista e lo riattacca, ma ha ormai perso la posizione. Vettel è a 1.6 da Giovinazzi e dalla zona punti.

LAP 60 (Giro Finale) – Perez continua a cercare di avvicinarsi a Ricciardo che però lo tiene sopra il secondo abbondante (1.6s). In tutta tranquillità Hamilton si va a prendere la 91° vittoria in carriera eguagliando il record di Shumacher. Il pilota inglese riceve un casco speciale dal figlio di Shumacher, Mick.

Verstappen chiude secondo e Ricciardo terzo, conquistando un podio che in Renault mancava dal 2011 (Heidfeld, Malesia)…l’australiano sembra soddisfatto: E’ un podio? E’ un ***** di podio?! La persistenza ripaga!”

DANIEL RICCIARDO: “Ne è passato di tempo. Ad essere oneste sembra di nuovo il primo podio. Lo aspettavamo da tanto!”

CLASSIFICA


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.