Quantcast
A place where you need to follow for what happening in world cup

F1 – GP Toscana (Mugello). Incidenti e ritiri! Dopo 3 partenze vince Hamilton!

0 24

Gara emozionante e pericolosa! Due incidenti iniziali, 8 piloti fuori dai giochi, 2 interruzioni di gara. Alla fine trionfa Hamilton nonostante Bottas fosse agguerrito. Primo podio per Albon!

PRE-GARA – Perez si è classificato 6° alle qualifiche, davanti al suo compagno di scuderia Stroll, nonostante il messicano stia guidando una vettura non aggiornata. Al Gran Premio partirà però 7° per una penalità a causata da un contatto con Raikkonen nel corso delle Libere 2.

PARTENZA – Grande partenza di Valtteri Bottas che si mette alla guida del GP. Ancghe Charles parte bene e si butta alle spalle le due Red Bull. Mentre Albon rimane in 4^, Verstappen fa una partenza disastrosa (“No Poweeeer!“), ha il motore in stallo e finisce nelle retrovie perdendo almeno 8 posizioni e viene coinvolto nel caos più totale che si crea!

Le vetture si accalcano in Curva 2, a causa della lentezza di Verstappen. Gasly si trova chiuso fra Grosjean e Raikkonen e sale con la anteriore sinistra sulla Alfa Romeo!

Nello scontro Raikkonen sbatte contro il posteriore di Verstappen. Gasly va nuovamente in contatto con Raikkonen e questa volta finisce fuori pista insieme a Verstappen.

Intanto anche Sainz va in testa coda al centro della pista e, nella confusione che crea, Magnussen, per evitarlo, va in contatto con il posteriore di Vettel e quasi non incrocia la traiettoria di Raikkonen. Neanche a dirlo viene fatta entrare in pista la Safety Car. Chiudono qui la loro gara Verstappen e Gasly.

LAP 7 – Rientra la Safety e immediatamente c’è un nuovo incidente nelle retrovie. Sembra che si sia creata un po’ di confusione sul ritmo della ripartenza.

Giovinazzi vede Latifi accelerare e spostarsi di colpo a sinistra, legge la cosa come una partenza e accelera, ma davanti a se c’è Magnussen che segue il ritmo di quelli davanti. Giovinazzi va in contatto con la Haas e sale sulla Williams di Latifi, l’impatto è a 261km/h!

Alle loro spalle anche Sainz ha accelerato pensando ad una ripartenza veloce e si ritrova quindi coinvolto nell’incidente. La sua McLaren va a sbattere contro il fondo della Alfa Romeo di Giovinazzi che viene ulteriormente spinta sulla Williams ; anche qui l’impatto è violento, lo spagnolo parla di 250 km/h! Kimi e Vettel non rimangono coinvolti perché si sono tenuti lontani dal gruppo.

Scatta il regime di Bandiera Rossa e tutti parcheggiano ai Box come a Monza. Risultano eliminati dalla gara Latifi, Magnussen, Giovinazzi e Sainz. Si ritira anche Ocon a causa di un surriscaldamento dei freni. Già ad inizio gara Russel aveva comunicato al suo team di vedere i freni posteriori di Ocon roventi! Sono 7 ritiri.

ATTUALE CLASSIFICA

POSPILOTAGOMMA
1Valtteri BOTTASM
2 Lewis HAMILTONM
3 Charles LECLERCS
4 Alexander ALBONS
5Lance STROLLS
6Daniel RICCIARDOS
7Sergio PEREZS
8Lando NORRISS
9Daniil KVYATS
11 George RUSSELLM
12 Kimi RÄIKKÖNENS
13 Sebastian VETTELM
14Romain GROSJEANS

LAP 9 (Partenza 2)- Dopo 20 minuti di pausa il Gran Premio riprende con una ripartenza da fermo in grigia nell’ordine mostrato nella tabella sopra. Hamilton è fermo in griglia ed esce fumo dai suoi freni, ma non sembrano esserci grossi problemi perché la sua partenza è ottima e si riprende la prima posizione!

Albon ripete la partenza di Verstappen e si pianta a terra! Perde posizioni e quasi va in contatto con Ricciardo che si trova costretto ad allargarsi fuori pista. Questa volta non c’è nessun contatto. La Red Bull è ora settima mentre Stroll e Perez sono risaliti rispettivamente al 4° e 5° posto.

LAP 15 – Stroll stringe su Leclerc arrivando ad 1s da lui. Intanto Ricciardo si prende la scia di Perez e lo supera per il 5° posto, a 1.2s da Stroll.

LAP 16 – Vettel invece riesce a far fruttare il suo attacco su Raikkonen arrivando in 11esima posizione.

LAP 18 – Dopo un primo tentativo (giro 15) Stroll riesce a sorpassare Leclerc a San Donato (Curva 1). Un giro dopo anche Ricciardo passa il monegasco che scivola in 5^ posizione.

LAP 20 – Giro dopo giro Leclerc perde un’altra posizione questa volta è Albon a sorpassarlo. Charles è 6°.

LAP 21 – Questa volta tocca a Perez. Leclerc prova a difendere con coraggio dall’esterno, ma fra lui e gli altri piloti ci sono circa 30km/h di delta. Dal muretto lo chiamano per il “piano C“. Il ferrarista esce dai box con gomma bianca e rientra 13°. La Ferrari potrebbe aver scelto la strategia ad una sola sosta suggerita da Pirelli.

LAP 23 – Ricciardo intanto lentamente stringe su Stroll. Dai 2s di gap ora ne ha 1.3!

LAP 28 – Ricciardo si ferma ai box per montare gomma Media-Gialla e rientra 8°, in Renault voglio provare l’undercut fermandosi prima del resto del gruppo. Intanto Norris si guadagna la 5^ posizione con un sorpasso su Perez.

Bottas non sembra aver digerito quel sorpasso di Lewis alla ripartenza e inizia a pensare ad una strategia per sorpassarlo. Chiama il suo muretto e ordina “Per il secondo set di gomme voglio la scelta opposta a quella di Lewis”.

LAP 31 – Il finlandese crolla rispetto ad Hamilton che ora è a 8 secondi, ha rovinato le sue gomme nel tentativo di raggiungere il suo rivale di scuderia. Viene richiamato ai box per sostituire le gomme. Montano il set Hard scelto da Bottas, nonostante le indicazioni del team che, guardando Leclerc, non credono che la bianca possa essere una buona scelta.

LAP 33 – Rientra anche Hamilton e gli viene montata la stessa gomma di Bottas. Bottas non avrà nessun vantaggio strategico dato dalle gomme, se vuole la prima posizione dovrà spingere! Tutti gli altri intanto girano con gomma Media.

LAP 39 – Dopo i primi Stop ora Ricciardo è 3° ma a 17s da Bottas a 2s da lui c’è Stroll. A doversi preoccupare è anche Perez con Albon che segna il giro veloce ed è 1.2s da lui. Leclerc è 11°.

LAP 41 – La Mercedes comunica ad Hamilton e a Bottas di non usare i cordoli, in quanto hanno visto stanno rovinando i set.

LAP 43 – Bandiera Gialla e Safety Car! Stroll va fuori pista a causa di una foratura all’inizio di Arrabbiata 2 (Curva 9). L’impatto è violento (280km/h) ma il pilota sta bene. Forse la foratura è stata causata da un pezzo perso da Perez precedentemente. Si ritira quindi anche Stroll, rimangono 12 piloti!

LAP 46 – Bandiera Rossa, la sessione viene nuovamente fermata! I piloti ritornano nuovamente ai box e scendono dalle vetture, si rilassano e c’è chi mangia come Ricciardo. Mancano 13 giri alla fine del Gran Premio.

ATTUALE CLASSIFICA

POSPILOTATEMPI (prima dello stop)GOMME (prima dello stop)GOMMA (alla ripartenza)
1Lewis HAMILTONLEADERMS
2 Valtteri BOTTAS+1.200MS
3Daniel RICCIARDO+7.090SS
4Alexander ALBON+10.412SS
5Sergio PEREZ+15.066SS
6Lando NORRIS+29.119SS
7 Daniil KVYAT+35.503SS
8Charles LECLERC+44.643MS
9 George RUSSELL+64.092SS
10 Sebastian VETTEL+68.208SS
11Kimi RÄIKKÖNEN+1 GiroSS
12 Romain GROSJEAN+1 GiroSS

LAP 46 (Partenza 3) – Si riparte, tutti riprendono posizione sulla griglia e montano tutti gomma Soft. Ottima partenza di Ricciardo che passa Bottas. Albon non è da meno e passa Perez e si mette all’inseguimento di Ricciardo.

A Raikkonen viene assegnata una penalità di 5 secondi per essere entrato in ritardo nella pit-lane superando la linea del limite durante la bandiera rossa precedente.

LAP 51 – Dopo aver perso la posizione su Bottas, Ricciardo scivola giù dal podio con il sorpasso di Albon che cerca il suo primo podio!

LAP 55 – Bottas stringe su Hamilton (gap 1.4s). Ricciardo vuole il podio e si avvicina ad Albon (2s). Russel cerca Vettel ma nonostante il suo gap si aggiri attorno al secondo, non riesce a prenderlo.

LAP 59 (GIRO FINALE) – Il distacco fra Botta ed Hamilton si è ampliato enormemente ed è a 4s, Hamilton sta spingendo al massimo e fa anche il giro veloce con 1’18.883.

E’ proprio Hamilton a tagliare per primo il traguardo per la sua 90esima vittoria. Bottas si accontenta del secondo posto mentre Alex Albon può festeggiare il suo primo podio con il terzo posto “Ci è voluto un po’ per arrivare fin qui. E’ stata dura, ma è bello esserci“.

CLASSIFICA FINALE

POSPILOTATEMPI
1Lewis HAMILTONLEADER
2Valtteri BOTTAS+4.880
3 Alexander ALBON+8.064
4Daniel RICCIARDO+10.417
5Sergio PEREZ+15.650
6Lando NORRIS+18.883
7 Daniil KVYAT+21.756
8Charles LECLERC+28.345
9 Kimi RÄIKKÖNEN+29.770
10Sebastian VETTEL+29.983
11George RUSSELL+32.404
12Romain GROSJEAN+42.036
13 Lance STROLLDNF
14Esteban OCONDNF
15Nicholas LATIFIDNF
16Kevin MAGNUSSENDNF
17Antonio GIOVINAZZIDNF
18Carlos SAINZDNF
19Max VERSTAPPENDNF
20Pierre GASLYDNF
DNF= Did Not Finish (Non Arrivato)

Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.