A place where you need to follow for what happening in world cup

Calendario F1 2020 – Tutte le notizie e le date aggiornate del Campionato.

0 169

Il calendario per la stagione del 2020 di F1. Con le date aggiornate dei GP annullati a causa dell’emergenza Coronavirus .

La Federazione Internazionale si è ritrovata a dover rimaneggiare molto il calendario previsto per il Mondiale 2020 di Formula 1. Dei 22 GP previsti per il 2020 sono già saltate 8 date (aggiornato al 23-3-20) e altre sono a rischio.

E’ stata prevista già lanticipazione della pausa estiva per poter poi recuperare qualche GP in quei mesi. Intanto però dopo l’Australia si sono aggiunte velocemente altre gare.

Le prime ad essere cancellate sono state quelle in Asia dove si sono visti i primi contagi. Salta così la gara in Cina e quella inaugurale del Vietnam. Il GP in Australia viene annullato solo a poche ore dal suo inizio nonostante gli organizzatori avessero inizialmente previsto addirittura un GP a porte aperte. Pochi giorni dopo viene cancellata anche la data successiva nel Bahrein.

Velocemente con il diffondersi del Coronavirus in Europa, vengono annullate anche le prime gare del vecchio continente. E’ stato quindi rimandato il ritorno della F1 in Olanda e saltano anche Monaco e Spagna, quest’ultimo uno dei paesi più colpiti dal contagio.

Dopo che anche l’Azerbaijan annuncia l’annullamento della gara e per un pò la prossima data in calendario è stata quella del Canada, ma il 7 Aprile gli organizzatori anche anche in questo caso annunciato il rinvio dell’evento.

Ora la prossima tappa è in Francia (28 Giu.), per il tour europeo del Mondiale. Ross Brawn ha infatti indicato questa data o la prossima (Austria 5 Lug.) come le più plausibili.

Ross Brawn, responsabile sportivo F1.

‘Possiamo mettere su una stagione a 19 tappe. Sarebbe dura, richiederebbero 3 gare consecutive con una settimana di pausa e poi ancora 3 gare ed una pausa. Come stabilito dal regolamento della FIA, otto gare è il minimo per un Campionato Mondiale. Possiamo organizzare 8 gare partendo ad Ottobre. Quindi se volessimo fissare un punto di non ritorno questo sarebbe proprio ad Ottobre.”

Intanto si palesa anche un’altra ipotesi, quella di un doppio appuntamento in Inghilterra e in Austria. Gli organizzatori delle singole gare si dicono pronti a questa eventualità, ma come altre ipotesi è ancora in discussione.

Proprio in Austria, con la cancellazione del GP in Francia, viene annunciato l’inizio ufficiale del Campionato 2020. A farlo è lo stesso presidente dalla F1 Chase Carey che in una dichiarazione annuncia anche il piano per lo svolgimento dell 15-18 gare. L’inizio quindi risulta fissato per il 3-5 Luglio.

Liberty Media con l’ok di Austria ed Inghilterra mette su un calendario provvisorio, ma il 20 luglio, dopo un incontro con il governo britannico la trasferta inglese sembra essere a rischio. Le misure di sicurezza nel paese potrebbero essere estese anche al mese di luglio. Nel caso ciò dovesse essere confermato, Liberty Media così opta per un doppio week-end in Germania (con le date invariate), per riportare la F1 all’ Hockenheimring.

Il 28 Maggio arriva la conferma da parte degli organizzatore del GP d’Olanda di non voler correre, anche in assenza di pubblico:

“…vorremmo festeggiare il ritorno della Formula 1 a Zandvoort insieme ai nostri tifosi. Abbiamo dovuto aspettare 35 anni, quindi possiamo aspettare un altro anno“. Queste le parole di Jan Lammers, direttore sportivo del GP.

Il Campionato 2020 ha finalmente inizio il 3 Luglio (data di inizio delle Libere) con un doppio appuntamento in Austria (il secondo appuntamento viene chiamato GP di Stiria ma è sullo stesso circuito).

Il Calendario viene aggiornato di volta in volta fino all’aggiunta delle tappe di Nurburgring, Algarve e Imola. Al momento tutte le 13 tappe scelte sono europee e questo costringerà la FIA a cambiare un articolo del regolamento sportivo.

Intanto la FIA comunica anche la definitiva cancellazione delle 4 tappe delle Americhe, non senza qualche protesta da parte del Brasile.

Verso fine Agosto vengono infine fissate le ultime 4 tappe del Calendario, per un totale di 17 gare. alla lista si aggiungono la Turchia, un doppio appuntamento in Bahrain e il consueto finale ad Abu Dhabi.

Attuale Calendario F1 2020

5 Luglio Gran Premio d’Austria
12 Luglio Gran Premio di Stiria (Red Bull Ring 2)
19 Luglio Gran Premio d’Ungheria
2 Agosto Gran Premio di Gran Bretagna
9 Agosto Gran Premio del 70° Anniversario (Silverstone 2)
16 Agosto Gran Premio di Spagna
30 Agosto Gran Premio del Belgio
6 Settembre Gran Premio d’Italia
13 Settembre Gran Premio della Toscana Ferrari 1000 GP (Mugello)
27 Settembre Gran Premio della Russia
11 Ottobre Gran Premio di Eifel (Nurburgring)
25 Ottobre Gran Premio del Portogallo (Algarve)
1° Novembre Gran Premio Emilia Romagna (Imola)
15 Novembre Gran Premo della Turchia (Instanbul)
29 Novembre Gran Premio del Bahrain
6 Dicembre Gran Premio di Sakhir (Bahrain 2)
13 Dicembre Gran Premio di Abu Dhabi

Calendario precedente

15 marzo, Australia, Melbourne (ANNULLATO)
22 marzo, Bahrein, Sakhir (IN CALENDARIO)
5 aprile, Vietnam, Hanoi (ANNULLATO)
19 aprile, Cina, Shanghai (ANNULLATO)
3 maggio, Olanda, Zandvoort (ANNULLATO)
10 maggio, Spagna, Barcellona (IN CALENDARIO)
24 maggio, Monaco, Monaco (ANNULLATO)
7 giugno, Azerbaijan, Baku (ANNULLATO)
14 giugno, Canada, Montreal (ANNULLATO)
28 giugno, Francia, Le Castellet (ANNULLATO)
5 luglio, Austria, Spielberg (IN CALENDARIO)
19 luglio, Gran Bretagna, Silverstone (IN CALENDARIO)
2 agosto, Ungheria, Budapest (IN CALENDARIO)
30 agosto, Belgio, Spa-Francorchamps (IN CALENDARIO)
6 settembre, Italia, Monza (IN CALENDARIO)
20 settembre, Singapore, Marina Bay (ANNULLATO)
27 settembre, Russia, Sochi (IN CALENDARIO)
11 ottobre, Giappone, Suzuka (ANNULLATO)
25 ottobre, Stati Uniti, Austin (ANNULLATO)
1 novembre, Messico, Città del Messico (ANNULLATO)
15 novembre, Brasile, San Paolo (ANNULLATO)
29 novembre, Abu Dhabi, Yas Marina (IN CALENDARIO)


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.