src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

F1 – Perez presenta il suo nuovo casco ed lo prova ai test su una RB14!

0 12

Perez ha la possibilità di effettuare dei primi test su una monoposto del 2018 e lo fa indossando il suo nuovo casco.

In concomitanza con la presentazione della RB16B, il pilota messicano, Sergio Perez, ha presentato anche il casco che indosserà per la sua prima stagione con la Red Bull.

“Non vedevo l’ora che arrivasse questo momento da quando ho firmato per la Red Bull, ovviamente il casco è qualcosa di molto speciale per il pilota.

Il giallo è sempre stato il mio colore. In passato ho dovuto mantenerlo rosa, quindi ora sono contento di tornare finalmente a un casco giallo. E c’è la bandiera messicana in cima, il che è molto bello perché posso vederlo quando sto guidando sulla telecamera di bordo. Un altro tocco speciale è l’aggiunta del ‘Mai rinunciare’ sul retro. Ogni volta che metto il casco, lo vedo, come promemoria per non arrendermi mai.

Devo dire che sono estremamente soddisfatto del mio casco. È sicuramente il casco preferito della mia carriera. Ho avuto un sacco di caschi, ma questo per me è molto speciale”

Un casco molto personalizzato (e personale) e che ha avuto già modo di provare ai test tenutisi in questi giorni, dove Perez ha guidato una RB14 del 2018.

“E’ stato un giorno straordinario, il mio primo giorno con la Red Bull Racing. Vedere il mio nome sulla macchina è sempre un’emozione. Inizio a familiarizzare con le facce, scherziamo insieme

Ho passato 7 anni in una macchina che aveva certe caratteristiche, sono entrambe vetture di Formula 1, ma l’alloggio del pilota cambia, cambia il volante, la Power Unit, la potenza, ci sono così tante cose diverse. Abbiamo fatto un sacco di preparazione, al simulatore, testando i vari controlli e penso che con i progressi fatti mi sento più a mio agio”


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.