src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

F1 – Russel porta la Williams nuovamente nel Q3!

0 7

Il pilota inglese festeggia un nuovo Q3 come fosse una pole position. La sfida sarà tenere la posizione durante la Sprint Qualifying.

Il pilota britannico fa un’altra magia e per la seconda volta consecutiva piazza la sua Williams in ottava posizione, correndo più veloce di tante monoposto con più potenziale della sua FW43B (1:26.971) e di poco più lento rispetto alle McLaren.

Il suo risultato ha fatto urlare i tantissimi spettatori presenti a Silverstone, che oggi festeggiano anche la prima posizione di Lewis Hamilton.

“I fan mi hanno dato un grande supporto e ho avuto delle sensazioni incredibili. E’ il secondo Q3 di seguito con la Williams. Essere qui, vedere tutte queste persone è grandioso. Le PL! sono state da buttare, sapevo che avrei dovuto fare un passo avanti nelle qualifiche e lo abbiamo fatto!”

“Appena sono sceso in pista nel Q1 ho sentito che eravamo competitivi. Sono su di giri. La mia famiglia era presente, non veniva ad una gara da Abu Dhabi 2019 e aver ottenuto questo risultato davanti a loro è stato bello.”

“Penso che nella Sprint Qualifying molti se la giocheranno con calma. Ma noi vogliamo darci dentro. E’ solo un’altra gara per me e voglio andare avanti. Voglio lottare e ottenere la migliore posizione per domenica. La tratto come una qualsiasi altra gara e voglio dare il massimo”

Questa qualifica però decide solo la griglia di partenza per la Sprint Qualifying e Russel potrebbe facilmente perdere quella posizione in quei 100km, ancora prima che inizi la gara vera e propria!

George Russel può comunque essere più che soddisfatto del risultato e non manca di dare una frecciatina all’Italia per la vittoria sull’Inghilterra negli Europei di calcio, affermando di aver messo dietro l’Italia battendo la Ferrari di Sainz in Qualifica.


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.