src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

F1 – Toto Wolff: “Siamo ancora in gioco…Hamilton è a distanza di un ritiro”

0 4

Toto Wolff si trova nella condizione di dover motivare il suo team a non scoraggiarsi e aggiunge che basta un DNF per ribaltare il campionato.

Negli ultimi due GP al Red Bull Ring, la Mercedes è stata completamente dominata dalla coppia Red Bull/Verstappen, ma come Toto Wolff ci tiene a precisare, il campionato è ancora lungo.

La stagione è ancora lunga ma è evidente che ora la Red Bull ha un certo vantaggio competitivo nei nostri confrontiCome ho già detto in altre occasioni, in tutti questi anni ho sempre cercato di tenere tutti i membri della squadra con i piedi per terra per evitare che si lasciassero distrarre da facili entusiasmi per i risultati ottenuti. Ora, invece, devo fare il contrario“.

Non voglio più vedere atteggiamenti di rassegnazione. Io stesso, per natura, sono una persona scettica e tendo a guardare sempre il bicchiere mezzo vuoto, ma adesso sto cercando di cogliere gli aspetti positivi di questo nostro momento di difficoltà. Abbiamo davanti a noi ancora tante gare e siamo consapevoli di aver lasciato per strada un sacco di punti a causa di errori che sicuramente potevamo evitare.

Detto questo è chiaro che nelle due corse al Red Bull Ring non siamo stati abbastanza competitivi per poter lottare ad armi pari con la Red Bull. Ne siamo consapevoli e sappiamo che dobbiamo lavorare duro per rimetterci in carreggiata e ottenere prestazioni migliori sulle altre piste”.

Wolff non parla del campionato costruttori, dove la distanza in punti è leggermente maggiore, ma anche più facilmente recuperabile, ma su quello piloti precisa che basta un ritiro a ribaltare la situazione.

Ma è tutt’altro che finita. Hamilton ha qualcosa come 32 punti in meno a Max, praticamente è la distanza di un ritiro (DNF). Se guardiamo a Baku e al potenziale, e guardiamo alle altre gare, nel complesso, dobbiamo migliorare il nostro gioco, fare meno errori e continuare a capire meglio la macchina e quindi siamo ancora pienamente in gioco”


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.