A place where you need to follow for what happening in world cup

Italia-Armenia 9-1 highlights e gol: serata da record per gli azzurri! – VIDEO

0 313

Italia-Armenia highlights e gol: le azioni principali della sfida del girone J delle qualificazioni ad Euro 2020

L’Italia schianta l’Armenia per 9-1 e chiude il girone J delle qualificazioni ad Euro 2020 a punteggio pieno. Undicesima vittoria consecutiva, dieci su dieci nelle qualificazioni e anno solare composto da soli successi segnano i record raggiunti dagli azzurri con questo rotondo 9-1. Inoltre questa è la gara con maggior scarto dell’Italia dal 1948 ad oggi. La nazionale ora aspetta il giorno 30 novembre per conoscere i suoi avversari nel girone A di Euro 2020.

Gli azzurri partono fortissimo e segnano due gol in un minuto con Ciro Immobile e Nicolò Zaniolo al suo primo gol con l’azzurro addosso. Al 29′ Barella fa 3-0 e dopo 4 minuti Immobile sigla la sua personale doppietta. Nel secondo tempo Zaniolo fa doppietta al 64′. Il 6-0 è firmato dal difensore del Milan Romagnoli mentre al 75′ Jorginho sigla il rigore procurato dal debuttante Orsolini. L’attaccante del Bologna al minuto 79′ si mette in proprio e bagna il debutto con il gol dell’8-0. Babayan non ci sta e 60 secondi dopo spacca la porta di Meret per il gol della bandiera armeno. Chiude i conti Chiesa che aveva provato tanto durante il match cogliendo anche due pali.

Gli highlights e gol del match:

Italia-Armenia 9-1

8′ 33′ Immobile, 9′ 64′ Zaniolo, 29′ Barella, 72′ Romagnoli, 75′ rig. Jorginho, 78′ Orsolini, 79′ Babayan, 81′ Chiesa

ITALIA (4-3-3): Sirigu (dal 77′ Meret), Di Lorenzo, Bonucci (dal 69′ Izzo), Romagnoli, Biraghi, Tonali, Jorginho, Barella (dal 46′ Orsolini), Chiesa, Immobile, Zaniolo.

ARMENIA (5-4-1): Aryapetyan, Hovhannisyan, Ishkanyan (dal 69′ Sarkisov), Calisir, Haroyan, Hambardzuyman, Barseghyan, Yedigaryan (dal 82′ Avetisyan), Grigoryan (dal 60′ Simonyan), Babayan, Karapetian.


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.