src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

La nuova Inter di Inzaghi: scudetto bis possibile?

0 14

L’addio di Antonio Conte, Hakimi e Lukaku. L’arrivo dei sostituti Simone Inzaghi, Dumfries e Dzeko. Gli addetti ai lavori sono concordi nel ritenere l’Inter non più la favorita della Serie A, pur avendo vinto lo scudetto la scorsa stagione. I nerazzurri non sono però da sottovalutare. Ecco perché

Antonio Conte è stato il primo a lasciare la Pinetina quando ha capito che quest’anno la dirigenza nerazzurra era obbligata, per questioni di bilancio, a cedere alcuni pezzi pregiati. Il primo è stato Hakimi, il secondo il bomber dello scudetto, il belga Romelu Lukaku.

L’Inter, pur Campione d’Italia in carica, non è più la favorita per lo scudetto. È quanto trova conferma sui principali siti dei bookmakers, con le quotazioni dei nerazzurri in costante calo dopo l’addio di Conte, Hakimi e Lukaku. E tra le innumerevoli proposte del web, i siti scommesse con bonus senza deposito immediato sono i preferiti dagli utenti. Qui troviamo la Juventus favorita a quota 2.00 mentre l’Inter è in continua discesa da settimane: lo scudetto bis dei nerazzurri viene pagato a 3.75. Un mese fa era bancato a 2.25.

Da un lato hanno influito l’addio del Mister e due tra i migliori calciatori della scorsa stagione. Dall’altro il ritorno sulla panchina della Juventus di Max Allegri, il tecnico dei cinque scudetti consecutivi, delle due Supercoppe, delle quattro Coppe Italia e delle due finali Champions.

L’ex allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, troverà al posto di Hakimi l’olandese Dumfries, non Lukaku ma il bosniaco Edin Dzeko che pochi giorni fa ha detto addio alla Roma. Il sostituto di Eriksen è invece stato individuato nell’ex milanista Calhanoglu.

L’Inter partirà dunque come seconda forza del campionato, almeno sulla carta, anche se bisogna sottolineare che se dovesse essere trovata la “quadra” dal giovane tecnico nerazzurro, non è detto non si possa far sognare nuovamente i tifosi.

D’altronde esaminando la rosa, si scopre che il reparto difensivo è stato confermato in blocco: Handanovic tra i pali ed il trio Skriniar-De Vrij-Bastoni. L’anno scorso è stata la retroguardia meno battuta della Serie A. A centrocampo troverà posto l’olandese Dumfries prelevato dal PSV, una delle rivelazioni dell’ultimo Europeo, a cui si aggiungeranno Barella, Brozovic, Perisic ed un Sensi in cerca di riscatto. Davanti il confermatissimo Lautaro che potrà trovare in Dzeko un ottimo partner d’attacco. Il bosniaco, pur trentacinquenne, è assolutamente integro nel fisico ed in grado di garantire un buon rendimento. Ecco perché anche se l’Internazionale non parte con i favori del pronostico, ha una formazione competitiva che potrà dar filo da torcere alla Juventus e a tutte le altre squadre del campionato italiano.


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.