src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

Minacce di morte verso Ellis Genge a seguito di Galles-Inghilterra.

0 14

Genge riceve delle minacce di morte per non aver applaudito gli avversari nel match contro il Galles. Solidarietà dal suo capo allenatore Steve Borthwick

L’ultimo turno del sei nazioni è stato sicuramente uno dei più discussi della storia recente, dal caso covid-19 nel team francese alla vittoria del Galles sull’Inghilterra per 40-24 (Highlights).

Proprio a seguito di quest’ultimo evento, il pilone inglese Ellis Genge ha ricevuto diversi insulti e anche minacce di morte perché a seguito della sconfitta non ha applaudito al team gallese durante la breve cerimonia in cui i giocatori si dispongono a tunnel e applaudo gli avversari che passano al centro.

Genge ha risposto via twitter, nel seguente modo: “Non so perché non stavo applaudendo in quel tunnel, dovevo essere sovrappensiero, massimo rispetto al Galles, per quanto riguarda i leoni da tastiera che mi hanno mandate minacce di morte…“. allegando poi una Gif con il campione di MMA Khabib Nurmagomedov che, provocatoriamente, recita “Mandami un indirizzo

Il pilone inglese ha ricevuto la solidarietà di Steve Borthwick, ex assistente della nazionale inglese e giapponese, a lungo ha collaborato con Eddie Jones e con lo stesso Genge, di cui attualmente è il capo allenatore nei Leicester Tigers.

Ellis ha il mio pieno appoggio. Non penso che le minacce abbiano seguito. Non so che dire, non posso credere o capire come e perché qualcuno possa fare qualcosa del genere. Sfortunatamente sembra che sia una cosa che sta diventando sempre più comune al giorno d’oggi. So che Ellis è uno con la scorza dura, e sono sicuro che andrà oltre questa cosa e che continuerà con il suo lavoro come sempre.”


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.