A place where you need to follow for what happening in world cup

Ocon siede per la prima volta in una monoposto Renault!

0 7

Durante le prove effettuate dalla Pirelli a Yas Marina, Ocon ha avuto l’occasione di avere un assaggio della sua nuova carriera in F1

Hulkenberg esce ed Esteban Ocon entra! Il pilota francese ha firmato quest’anno un contratto per la Renault, ma ancora non aveva avuto occasione di provare la monoposto.

Ocon quest’anno l’ha passato in Mercedes nel ruolo di terzo pilota, effettuando numerosi test nel corso dell’anno. Lo stop di un anno ha fatto si che il pilota cercasse il prima possibile di rimettersi al volante e dopo la conferma di Bottas alla Mercedes, Esteban si è guardato attorno.

Così il pilota alla fine è stato acquistato dalla scuderia francese e nel week-end di Abu Dhabi ha preso ancora una volta parte ai test Pirelli, ma questa volta su una Renault.

“È una sensazione fantastica ritornare. Ero così eccitato per oggi, ho aspettato questo giorno per mesi e finalmente è arrivato. È stata una buona prima impressione, la squadra mi ha dato un caloroso benvenuto, il che è sempre molto soddisfacente, vedendo alcuni volti vecchi e anche volti nuovi.”

Infatti la scuderia Renault è l’erede della Lotus, la scuderia con cui Ocon ha ricevuto il suo battesimo nella F1.

“Ora abbiamo iniziato a lavorare su tutti i piccoli dettagli e verso il pomeriggio ho iniziato ad avvicinarmi sempre di più al limite. voglio ritornare a correre”

Sembra che il pilota francese si senta a suo agio sulla Renault. La monoposto francese sarà di certo più lenta di una Mercedes, ma Ocon ha senza dubbio più spazio…

“Devo dire che mi trovo più a mio agio su questa monoposto perché nella posizione di seduta c’è più spazio. Nico e Daniel sono più alti di Valtteri e di Lewis.

Infine il pilota sembra aver avuto un buon fealing con la vettura e spera presto di poterci ritornare a lavorare su, in vista delle fare del prossimo anno.

“Dopo le prime prove penso che ci sia ancora molto che possa migliorare. Il motore ha una buona potenza. Certo, devi sempre lavorarci su, ma penso che abbiamo una solida base su cui lavorare.”


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.