src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

Serie B, Cremonese – Empoli 2-2: Ciofani blocca i toscani e tiene vive le speranze di playoff!

0 24

Cremonese – Empoli 2-2: l’analisi del recupero della trentunesima giornata di Serie B 2020/21. Doppietta per Mancuso, in gol Terranova e Ciofani

Cremonese e Empoli hanno pareggiato per 2-2 allo Stadio Zini nel recupero della trentunesima giornata di Serie B 2020/21. Termina senza vincitori il recupero con i lombardi che riacciuffano il pari nella finale. Beffati i toscani che assaporavano già l’allungo in testa e la Serie A a portata di mano. Un punto importante per i grigiorossi che conservano i sogni di playoff e danno ancora un senso alla loro stagione più che positiva. L’Empoli mette quindi un solo punto in più sulle inseguitrici, sale a +5 sul Lecce ma con ancora una gara da recuperare. La Cremo si porta a 43 punti e a 5 giornate dalla fine ha solo 4 punti dal Cittadella ottavo.

All’8‘ lancio di Stulac, Matos fa la sponda per Mancosu che controlla e batte Carnesecchi con un destro incrociato. Al 35′ Stulac atterra Baez e per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Terronova che non sbaglia e pareggia. L’Empoli si riporta avanti al 65‘ con la doppietta di Leonardo Mancuso con un bel tiro su servizio di Bajrami. Al 79′ Baez pennella al centro e Ciofani incorna per il pareggio definitivo.

Cremonese – Empoli 2-2

8′ 65′ Mancuso (E), 35′ rig. Terranova (C), 79′ Ciofani (C)

Cremonese (4-3-2-1): Carnesecchi, Fiordaliso (77′ Bartolomei), Bianchetti, Terranova, Zortea, Gustafsson (69′ Ceravolo), Castagnetti, Baez, Valzania (60′ Nardi), Buonaiuto (60′ Gaetano), Strizzolo (46′ Ciofani).

Empoli (4-3-1-2): Brignoli, Sabelli, Romagnoli, Casale, Terzic, Haas, Stulac (85′ Crociata), Ricci (46′ Zurkowski), Bajrami, Matos (69′ La Mantia), Mancuso (69′ Olivieri).

Ammoniti: Castagnetti, Terranova


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.