src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

Tokyo 2020 – Atletica: Italia avanti nella 100 e 400 ostacoli, ma elimanata dall’asta. Osakue e Jacobs record italiano!

0 17

La seconda giornata di gare di Atletica: Due su tre italiane passano il turno nella 400 ostacoli. Stecchi fuori dal salto con l’asta. Luminosa passa i 100 ostacoli. Osajkue in finale con il primato italiano! Jacobs Record nei 100m!

La giornata si apre con la gara dei 400 ostacoli femminili dove due nostre atlete, Linda Olivieri e Yadisleidis Pedroso si qualificano per la semifinale. Olivieri è direttamente qualificata eguagliando il suo Record Personale in batteria 2 (55.54), mentre Pedroso è quinta in batteria 1, ma passa nei ripescaggi grazie al tempo di 55.57 (Season Best). Viene invece eliminata Eleonora Marchiando, quinta in batteria tre con il tempo di 56.82.

Con l’eliminazione di Claudio Michel Stecchi, l’Italia rinuncia al salto con l’asta maschile. L’atleta azzurro manca i tre tentativi a 5.30, valevoli la qualificazione d’ingresso a 5.30.

Nei 100 ostacoli passa il turno Luminosa Bogliolo con il terzo tempo della batteria 2 (12.93), mentre Elisa di Lazzaro è quinta in batteria 4 con 13″08, risultato che non gli permette di accedere alle semifinali.

Nel lancio del discoDaisy Osakue conquista l’accesso alla finale eguagliando il primato italiano di Agnese Maffeis, stabilito nel 1996 con 63.66. Osakue è terza nal gruppo B, quinta nella classifica complessiva.

Anna Bongiorni manca le qualificazioni della 100m femminile, terminando la terza batteria all’ultimo posto con il tempo di 11.38. Le 3 batterie sono state dominate dalla Jamaica, che sembrano avere già almeno l’oro assicurato se non molto di più!

Nei 100m maschili entrambi gli italiani si qualificano. Filippo Tortu al ripescaggio con 10.10, mentre Marcell Jacobs domina la batteria 4 fissando un nuovo record italiano con 9.94. E’ anche il secondo miglior tempo delle 6 batterie.

Filippo Randazzo nel salto in lungo ottiene la terza distanza del suo gruppo, 8.10, fallisce la qualificazione a 8.15, ma passa il turno come uno dei 12 possibili atleti selezionati dal ripescaggio.

Delusa Elena Bellò, che termina la semifinale degli 800m con 2:0235, al sesto posto, lontana più di 3s dalla prima classificata Nataya Goule della Jamaica. Bellò si aspettava di scendere almeno sotto i due minuti.


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.