A place where you need to follow for what happening in world cup

Werder Brema – Bayer Leverkusen 1-4 highlights e gol: Havertz riparte col botto! – VIDEO

0 16

Werder Brema – Bayer Leverkusen highlights e gol: le azioni principali della sfida della ventiseiesima giornata di Bundesliga

Il Bayer Leverkusen batte a domicilio 4-1 il Werder Brema al Weserstadion nella sfida della ventiseiesima giornata di Bundesliga. Super ripartenza per le Aspirine con Kai Havertz protagonista assoluto. Il gioiellino segna la doppietta che apre le marcature nel primo tempo. Il Bayer con questi 3 punti si porta ad un solo punto di distanza dal quarto posto, occupato dal Lipsia, e dalla Champions League. Ora la squadra della casa farmaceutica si candida per un finale di stagione scoppiettante. Preoccupante invece la situazione del Werder penultimo e a – 5 dal terzultimo posto, valido per lo spareggio.

La gara si apre al 28′ col colpo di testa di Havertz sul cross di Diaby. Il pareggio arriva dopo due minuti con la bella girata di Gebre Selassie sull’angolo di Bittencourt. Passano altri 270 secondi e Havertz segna la sua doppietta ancora con un colpo di testa sugli sviluppi della punizione di Demirbay. All’ora di gioco arriva il terzo gol del Leverkusen con Weiser imbeccato brillantemente da Diaby. Chiude il match lo scavetto di Demirbay al 78′.

Gli highlights e gol del match:

Werder Brema – Bayer Leverkusen 1-4

28′ 33′ Havertz (BL), 30′ Gebre Selassie (WB), 61′ Weiser (BL), 78′ Demirbay (BL)

Werder Brema (4-3-3): Pavlenka, Gebre Selassie, Veljkovic, Moisander, Friedl, Bargfrede (54′ J. Eggestein), Vogt (85′ Osako), M. Eggestein, Bittencourt (71′ Woltemade), Selke (71′ Sargent), Rashica (85′ Bartels)

Bayer Leverkusen (4-2-3-1): Hradecky, Weiser, S. Bender, Tapsoba, Sinkgraven, Aranguiz (85′ Paulinho), Demirbay, Wirtz (62′ Bellarabi), Amiri (71′ Baumgartlinger), Diaby (62′ Bailey), Havertz (85′ Alario)

Ammoniti: S. Bender, Moisander, Friedl


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.