src="https://cdn.ampproject.org/v0/amp-auto-ads-0.1.js">
A place where you need to follow for what happening in world cup

WrestleMania 37, ecco l’analisi dei momenti principali

0 22

WrestleMania 37, show che si è tenuto nella cornice del Raymond James Stadium di Tampa in due serate (10 e 11 aprile) è stato un evento dall’incredibile risonanza mediatica. L’edizione di quest’anno dello Showcase of the Immortals passerà alla storia per il ritorno del pubblico dal vivo in uno show WWE (25000 spettatori a serata) dopo più di un anno d’assenza.

WrestleMania 37, l’analisi degli avvenimenti principali:

Il grande entusiasmo dei fan è stato subito smorzato a causa del maltempo che ha posticipato l’inizio dello show dopo il caloroso e commovente benvenuto di Vince McMahon e delle superstars di Raw e SmackDown.

Bobby Lashley (c) vs Drew McIntyre, WWE Championship Match

L’onore di esibirsi d’innanzi ad un pubblico dal vivo per la prima volta dopo più di un anno è stato riservato a Drew McIntyre e Bobby Lashley (accompagnato da MVP), premio ampiamente meritato in seguito all’incredibile annata di tutti e tre gli uomini coinvolti nella contesa i quali hanno trascinato il roster di Raw anche nei momenti più difficili.

Drew mostra la sua grande emozione durante la sua entrata in ring ed il pubblico è tutto dalla sua parte. Ad aggiudicarsi la contesa è stato Bobby Lashley, giusta la scelta della WWE nel regalare questo WrestleMania Moment all’attuale WWE Champion. Una sua sconfitta avrebbe danneggiato l’encomiabile costruzione del suo personaggio avvenuta nell’ultimo anno, il regno dell’assistito di MVP merita una lunga durata e questa sconfitta non intacca lo status di Drew McIntyre (il quale avrà sicuramente modo di riconquistare il titolo massimo). Unica nota d’appunto è il finale: The Scottish Warrior si è lasciato distrarre troppo ingenuamente da MVP, questo spot ha macchiato la discreta qualità del match.

Cesaro vs Seth Rollins

Uno degli incontri migliori dell’intero show, uno spettacolo di tecnica, atletismo e potenza tra due dei migliori performer al mondo. Cesaro ottiene la vittoria più prestigiosa della sua carriera nel suo primo match singolo a WrestleMania. The Swiss Superman, dopo aver concluso la faida con l’ex membro dello Shield, potrà essere un interessante contendente al titolo Universale detenuto da Roman Reings ed un possibile candidato, in caso di partecipazione, alla vittoria del Money in the Bank Contract.

Bad Bunny & Damian Priest vs The Miz & Bad Bunny

Bad Bunny è stata una vera e propria sorpresa per i fan di tutto il mondo, nessuna celebrità prima di lui aveva effettuato una prestazione di tale livello su un ring di wrestling. Una menzione d’onore va a The Miz e John Morrison i quali sono stati fondamentali per la buona riuscita del match. I due veterani hanno aiutato l’artista portoricano nella conduzione della contesa e nell’esecuzione di tutte le manovre messe a segno (su tutte la Bunny Destroyer nel finale).

Sasha Banks (c) vs Bianca Belair, SmackDown Women’s Championship Match

La Night One si conclude con la sfida tra Sasha Banks e Bianca Belair, si tratta del secondo Main Event tutto al femminile nella storia di WrestleMania ed il primo tra due superstar afroamericane.

Le due contendenti sono particolarmente emozionate per l’incredibile traguardo raggiunto e si commuovono nel primo faccia a faccia della contesa. Si respira l’aria delle grandi occasioni, l’incontro tra le due è stato uno dei migliori match femminili nella storia di WrestleMania, una vera e propria pietra miliare per il wrestling femminile, una battaglia degna del Main Event dello show più importante dell’anno.

The Fiend vs Randy Orton

L’opener della Night Two è il match tra Randy Orton e The Fiend, culmine della lunga rivalità tra il Legend Killer e Bray Wyatt.

L’incontro tra i due ha creato molto scalpore a causa della presenza di effetti paranormali come l’intervento di Alexa Bliss. Parte del pubblico ha criticato questa scelta che però è stata coerente con il contesto macabro e sovrannaturale che ha caratterizzato la faida tra Orton e Wyatt.

La sconfitta di The Fiend è stata sicuramente una scelta azzardata da parte del team creativo, tuttavia questo avvenimento ha permesso lo sviluppo del personaggio di Alexa Bliss e rappresenterà un nuovo punto di partenza per l’ex campione Universale.

Roman Reigns (c) vs Edge vs Daniel Bryan

Così come per il match tra Bianca Belair e Sasha Banks, anche in questo caso si respira l’aria delle grandi occasioni in un vero e proprio scontro tra titani. Roman Reigns, Edge e Daniel Bryan hanno messo in piedi uno dei migliori Main Event di WrestleMania degli ultimi anni.

Sembrava quasi scritta la vittoria di Edge il quale a dieci anni esatti dal suo ritiro avrebbe potuto conquistare il titolo Universale compiendo la perfetta chiusura del cerchio ma alla fine ad avere la meglio è stato Roman Reigns. Anche se molti fan hanno storto il naso, si tratta della scelta migliore da parte della federazione: tra i wrestler coinvolti, The Tribal Chief era quello che avrebbe tratto più benefici da questa vittoria. Con questo successo Roman Reigns afferma con prepotenza il suo status di ‘top guy’ all’interno della federazione, confermandosi come il solido presente su cui la WWE può fare affidamento. Un trionfo che corona un’incredibile percorso che risale a SummerSlam 2020, evento in cui ha effettuato il suo ritorno nelle scene con un’attitudine del tutto inedita. The Head of the Table è ad oggi uno dei personaggi meglio interpretati del Main Roster ed il suo regno da campione Universale è attualmente il migliore nella storia del titolo.

Menzioni d’onore

Non va trascurato l’incredibile incontro tra Sami Zayn e Kevin Owens, i due non hanno deluso le aspettative regalando uno dei migliori incontri dell’intera edizione di WrestleMania. Altro momento da sottolineare è la consacrazione di Rhea Ripley che, insieme alla campionessa di SmackDown Bianca Belair e la nuova NXT Women’s Champion Raquel Gonzalez, inaugura una nuova era del wrestling femminile targato WWE.


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.