A place where you need to follow for what happening in world cup

Zak Brown in una intervista parla della sua scuderia

0 35

Il Team Principal della McLaren riflette sui risultati ottenuti

La scuderia inglese è ancora ben lontana dal suo passato glorioso iniziato nel ’66. Da allora la McLaren ha collezionato ben 8 campionati costruttori e 12 titoli mondiali piloti. Parlando proprio di piloti vale la pena di ricordare chi sono gli iridati della scuderia: Emerson Fittipaldi (1 mondiale con McLaren), James Hunt (1), Niki Lauda (1), Alain Prost (3), Ayrton Senna (3), Mika Häkkinen (2) e Lewis Hamilton (1).

Dal 2015 la McLaren era in caduta libera perdendo molti punti in entrambi i campionati. Quest’anno però la scuderia di Woking sembra avere una marcia in più e a metà stagione si è conquistata un 4° posto nel campionato costruttori e punta a rientrare nei topo team (leggi anche “La McLaren punta a dei solidi miglioramenti…”).

Lando Norris a bordo della MCL34 , attuale monoposto della McLaren.

Così il direttore esecutivo Zak Brown ne approfitta per rilasciare una intervista e parlare dei risultati ottenuti e dei miglioramenti da fare.

“Il team si è comportato molto bene durante la prima metà dell’anno, raggiungendo gli obiettivi che ci siamo prefissati, sia per quanto riguarda il miglioramento dei lanci, dei pit-stop, del il ritmo della macchina e, naturalmente, entrambi i piloti hanno svolto un lavoro eccellente”

“Per assicurarci di finire quarti nel campionato costruttori, dobbiamo eseguire al meglio la seconda metà dell’anno, così come abbiamo fatto per la prima metà “

Poi Zak parla del periodo i cui si è unito al team cioè il 2016, anno seguente al passaggio con motori Honda e al declino della scuderia.

“Mi sono sicuramente unito durante il periodo probabilmente più difficile della storia della squadra, ma per me è questa la parte emozionante. Questa è la sfida. Ciò che dovevamo fare era fornire una chiara direzione e assicurarci che le persone giuste fossero nei posti giusti. Penso che ora stiamo andando nella giusta direzione. Le decisioni che abbiamo preso stanno dando i loro frutti, ma c’è ancora molta strada da fare”

La McLaren del 2015, la MP4-30

Poi parlando dei suoi due piloti aggiunge:

“Entrambi i piloti sono stati eccezionali. Carlos, attualmente è al 7° posto nel campionato piloti, è stato un grande leader del team. È estremamente veloce, molto costante e come Lando è un grande giocatore di squadra”

Lando è stato molto veloce e ha guidato in modo estremamente maturo. Non ha commesso alcuni di quegli errori da principiante che si vedono fare ad alcuni piloti con esperienza simile. Sono sicuro che ne farà qualcuno nel futuro, è così per tutti i piloti, ma la maturità e il ritmo che ha dimostrato sono stati davvero impressionanti”

Carlos Sainz e Lando Norris. Entrambi i piloti si sono uniti quest’anno alla McLaren, Sainz viene dalla Renault, mentre Lando dalla F2.

Zak Brown si è espresso anche a riguardo dei nuovi regolamenti che saranno introdotti per il 2021:

Sono entusiasta dei regolamenti del 2021. Non sono ancora stati ultimati, ma penso che tutti abbiano un’idea di come appariranno. Il limite di budget aumenterà il numero di squadre in grado di correre in testa e mi piacerebbe includere noi stessi in quel gruppo. Mi sarebbe piaciuto che il limite fosse inferiore, ma penso che 175 milioni di dollari siano un buon inizio. Colmerà il divario, ma vorrei vedere un altro passo avanti la prossima volta”

Infine Zak conclude parlando della seconda metà di campionato

“Attendo con impazienza ogni gara. Nella seconda metà dell’anno, dobbiamo ripetere ciò che abbiamo fatto nella prima metà dell’anno: buona esecuzione di squadra, continuare a sviluppare e migliorare la macchina e i piloti che fanno il loro lavoro. Possiamo anche essere arrivati al quarto posto nel campionato costruttori, ma siamo tutt’altro che a nostro agio nella nostra posizione. Ci sono ancora molte gare da fare “


Ancora non ci segui sui social?

Allora clicca subito sui bottoni qui sotto e non perdere nemmeno una notizia

FACEBOOK

TWITTER

TELEGRAM


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.